Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Porto Torres, traffico nello scalo: gli ormeggiatori fanno i vigili urbani

Hanno smistato il flusso delle auto sostituendosi alla polizia municipale che entra in servizio alle 8

PORTO TORRES. Un ormeggiatore del porto si è improvvisato vigile urbano ieri mattina intorno alle 7, con tanto di pettorina gialla, per indicare la giusta direzione ai passeggeri che dovevano imbarcare sulla nave per Tolone. La Mega Express Two della compagnia Corsica Ferries era infatti ormeggiata nella banchina di ponente perché nell’approdo della banchina Dogana-Segni c’era la Rhapsody della compagnia Grandi navi veloci, e i passeggeri erano spazientiti perché nessuno indicava loro il nuovo imbarco per la nave gialla e perché, tra l’altro, manca una segnaletica adeguata per raggiungere la destinazione richiesta.

Una situazione che si verifica sovente quanto ci sono sbarchi in concomitanza e imbarchi dalle navi che arrivano nel porto commerciale prima delle 8. Si crea così un vero e proprio ingorgo nella viabilità perché a quell’ora manca il supporto della polizia locale a disciplinare il traffico. I vigili urbani prendono servizio alle 8 del mattino, tranne in caso di controlli ambientali, e sono intervenuti pochi minuti dopo con due pattuglie quando il traffico era ormai già scorrevole. «Per tutta l’estate abbiamo fatto presente alle autorità preposte le file chilometriche che si creano durante le operazioni di imbarco e sbarco – dicono gli operatori della Corsica Ferries – e sinora non abbiamo avuto nessun riscontro alle nostre richieste: non ci meraviglia dunque che ci siano degli operatori portuali che danno una mano a indirizzare il traffico verso gli imbarchi esatti, e noi siamo tra i primi a fare questo appena prendiamo servizio. Dispiace comunque che in quelle ore manchi la collaborazione della polizia locale, estremamente utile per disciplinare il traffico». Il flusso di auto si intensifica soprattutto nel periodo estivo, ed è molto sostenuto perché coincidono le ultime partenze del contro esodo e i primi arrivi dei mesi spalla. A quanto pare il comando della polizia locale ha problemi di organico per affrontare tutti i compiti istituzionali che si fanno più gravosi durante la bella stagione, considerato che sono stati assunti solo tre vigili stagionali in luogo degli otto previsti dal fabbisogno di personale. La loro assunzione temporanea è avvenuta esattamente lo scorso luglio, tra l’altro, e a questi si aggiungono i due vigili a tempo determinato in forza tutto l’anno, che dovrebbero essere stabilizzati. Una chiamata al lavoro avvenuta in forte ritardo, comunque, e soprattutto con un numero nettamente inferiore a quello annunciato anche dalla giunta durante un consiglio comunale.

Disciplinare il traffico da e per il porto rimane dunque un problema prima delle 8 del mattino e a questo punto non resta che affidarsi alle persone di buona volontà (come è successo ieri mattina) quando si creano lunghe code a causa di imbarchi e sbarchi delle 7.

Il futuro prossimo sulla viabilità è nella proposta del comandante della Capitaneria di porto, Emilio Del Santo, che si confronterà a breve con la Port Authority e con la polizia locale per studiare una soluzione valida almeno per la prossima stagione.