Giave, vertice in Comune per decidere gli interventi

Già da oggi i primi lavori che riguardano strade e cunette intasate dal fango Soddisfatta la sindaca Maria Antonietta Uras «per la disponibilità di tutti gli enti»

GIAVE. La sala consiliare del Comune ha ospitato, ieri mattina, un vertice per pianificare gli interventi in seguito ai danni provocati dalle intense piogge di queste estate. Al vertice, coordinato dalla sindaca di Giave Maria Antonietta Uras, hanno preso parte i rappresentanti di Anas, Rfi e Provincia di Sassari, mentre la Regione ha affidato al direttore generale dell’assessorato dei Lavori pubblici l’incarico di tenere i collegamento con il Comune di Giave.

Diverse le criticità analizzate nel corso dell’incontro: dal degrado della vecchia “131”, la vecchia strada statale, ai danni provocati da un nubifragio alla linea ferroviaria, ai problemi legati al rischio idrogeologico.

Un incontro che, dal municipio di Giave, si è poi spostato sui luoghi dove le piogge avevano innescato le criticità più evidenti (e pericolose), criticità che un po’ tutte le parti in causa hanno dichiarato di voler risolvere.

E così sono previsti interventi sulla vecchia strada statale, con la Provincia che si è impegnata a ripristinare il manto stradale danneggiato anche dal passaggio di Tir e grssi camion, mentre L’Anas ha assicurato il proprio intervento sui tratti di “statale” di propria competenza .

Rfi (Rete ferroviaria Italia) dovrà invece effettuare una serie di lavori intorno alla massicciata e ai binari. In particolare saranno ripulite le cunette e sarà realizzato uno “sfogo” per l’acqua che in occasione del temporale che aveva danneggiato la strada ferrata.

Interventi sulle cunette, con la sostituzione di alcune tubazioni insufficienti ad accogliere piogge intense, anche per quanto riguarda il rischio idrogeologico, che quest’inverno si è manifestato con tre frane lungo la vecchia strada statale «prontamente messe in sicurezza dall’amministrazione provinciale», ha tenuto a precisare Maria Antonietta Uras. E in quell’occasione al Comune è stata affidata anche una “terna” (ruspa) per far fronte alle emergenze.

Particolarmente soddisfatta dai risultati del vertice la sindaca. «Tutti gli enti interessati si sono messi
a disposizione per affrontare e risolvere le criticità – ha detto Maria Antonietta Uras –, anche la Regione ci ha contattati telefonicamente per dire che farà la sua parte». Una soddisfazione accresciuta dal fatto che «i lavori inizieranno già da domani (oggi per chi legge ndr)».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro