Sassari, la nuova valvola per la condotta lascia a secco la città

Baristi, ristoratori e residenti costretti a convivere col disagio provocato dai lavori pur annunciati con largo anticipo

SASSARI. Quando poco dopo le 7.30 di ieri mattina ha aperto i cancelli del suo locale, il Gusta Vinho’s di via Arborea, Stefano Marchini ha capito che non sarebbe stata una giornata come le altre. «Aprire il rubinetto dietro il bancone e vedere che non scende un goccio d’acqua - spiega il barista - per chi fa il nostro lavoro è un vero e proprio dramma».

L’intervento dei tecnici di Abbanoa per l’installazione della nuova valvola sulla condotta di piazza Castello era stato annunciato per tempo e tutti al centro storico sapevano che il 5 settembre sarebbe stata una giornataccia, ma per quanto ci si possa organizzare con scorte e cisterne, affrontare tante ore con i rubinetti a secco è veramente un bel problema per chiunque.

«Soprattutto per chi ha un esercizio pubblico» spiega a metà mattina il barista, mentre insieme ai clienti affezionati iniziano ad avvicinarsi al Gusta Vinho’s alcuni turisti stranieri che sbirciano i menù affissi fuori dal locale per decidere se è il posto giusto in cui sedersi a mangiare per pranzo.

«Le prime ore della giornata - aggiunge Marchini - siamo riusciti a fare i caffè, ma dalle 11 abbiamo dovuto spegnere la macchina e scusarci con i clienti». Per non rinunciare a un’intera giornata di lavoro ieri mattina lo staff del locale che fa ad angolo con via Turritana è corso ai ripari con alcuni bidoni d’acqua e chiesto ai clienti di avere un po’ di pazienza. «A quelli con cui siamo più in confidenza - spiega il titolare del bar - abbiamo chiesto la cortesia di consumare le bibite nei bicchieri di plastica, per tutti gli altri abbiamo utilizzato quelli di vetro che a fine mattinata si sono accumulati nel lavandino». La giornata è stata dura anche per i residenti della zona, specialmente per gli anziani e per chi ha bambini piccoli. Fortunatamente intorno alle 19 la situazione è tornata alla normalità. La valvola installata ieri dai tecnici di Abbanoa consentirà nei prossimi giorni di collegare una condotta “by pass” necessaria ad aggirare e isolare il tratto di acquedotto lesionato all’interno dell’area archeologica del barbacane di piazza Castello. Si tratterà di una tubatura volante in polietilene lunga 40 metri che attraverserà temporaneamente la piazza da una parte all’altra. Attivato questo collegamento volante, i tecnici potranno procedere al risanamento del tratto
di condotta che attraversa il barbacane senza dover interrompere una seconda volta l’erogazione ai quartieri interessati. Sarà attuato un sistema di “relining” con l’utilizzo di un tubolare applicato all’interno della tubatura che consentirà di eliminare la perdita ed evitarne ulteriori.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro