Ozieri, Tonio Sulas muore in ospedale 3 mesi dopo lo scontro auto-moto

Aveva 47 anni. Era ricoverato dal 10 giugno con gravi lesioni spinali. La Procura dispone l’autopsia. Ieri 9 settembre i calciatori in campo con il lutto al braccio

OZIERI. Si è spento nella notte di venerdì 7 settembre nell’ospedale di Sassari Tonino Sulas, il camionista 47enne di Ozieri che si trovava ricoverato nel nosocomio dal 10 giugno scorso in seguito a un terribile incidente occorsogli a Ozieri. L’uomo, che dopo il sinistro aveva riportato gravi lesioni spinali ma sul cui recupero almeno parziale si nutrivano grandi speranze, si era aggravato nelle scorse settimane e nella tarda notte di venerdì è spirato. Sulle cause della morte e su un loro esatto collegamento con i postumi dell’incidente del 10 giugno faranno luce gli esami autoptici disposti dal magistrato di turno, che ha ordinato la custodia della salma in attesa dell’autopsia. Non è stata ancora fissata, quindi, la data del funerale, che sarà decisa dalla famiglia non appena la salma sarà loro restituita.



Nel frattempo Ozieri si stringe intorno alla famiglia Sulas, molto conosciuta e stimata in città, e in particolare ai giovani figli di Tonino. In particolare a loro va l’affetto del sindaco Marco Murgia, che ha espresso a nome della città il suo cordiglio e il «dolore per la scomparsa di un bravo ragazzo, un grande sportivo, esempio di forza di volontà nel cercare di emanciparsi».

Anche il calcio ieri gli ha tributato un omaggio, con il lutto al braccio dei giocatori e il minuto di raccoglimento prima della partita di Coppa Italia tra l’Ozierese, squadra dove Tonino Sulas aveva militato per molti anni, e l’Oschirese. Un affetto grande, quello della città, che non è mai mancato in questi tre mesi nei quali il 47enne si trovava ricoverato a Sassari e durante i quali familiari e amici sono rimasti in sospeso in attesa di buone notizie sulla riabilitazione del loro caro.

Tre lunghi mesi iniziati il 10 giugno quando Tonino Sulas, che viaggiava a bordo della sua Kawasaki Z 750, era rimasto vittima di un violento impatto contro una Fiat Punto che procedeva in direzione opposta alla sua e si stava immettendo nella corsia di ingresso al rifornitore Tamoil di San Nicola). I soccorsi erano stati celeri, anche perché sul posto erano presenti vari testimoni che hanno subito allertato il 118 e si erano prodigati anche personalmente per accertarsi delle condizioni dei feriti.

Tonino Sulas dopo il violento impatto con l’utilitaria e poi con l’asfalto aveva riportato lesioni alle gambe e alle vertebre ed era stato trasportato nel reparto di rianimazione del Santissima Annunziata di Sassari in condizioni disperate.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro