Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sechi: strade, già pronti 30 cantieri per 10 milioni

SASSARI. «Voglio tranquillizzare i cittadini di Ploaghe così come quelli di Osilo, di Codrongianus e di Santa Maria Coghinas che tutti gli interventi programmati sulle strade provinciali verranno...

SASSARI. «Voglio tranquillizzare i cittadini di Ploaghe così come quelli di Osilo, di Codrongianus e di Santa Maria Coghinas che tutti gli interventi programmati sulle strade provinciali verranno portati a compimento nei prossimi mesi. Il Settore Viabilità Nord Ovest, solo nel 2018, sta procedendo a portare avanti 30 cantieri per un valore complessivo di circa 10 milioni, oltre a garantire la manutenzione ordinaria di 1600 km di strade provinciali». Così l’amministratore straordinario della Provincia Guido Sechi, che fa il punto sugli interventi in programma e ricostruisce il travagliato iter dei finanziamenti che ha portato ai ritardi.

Progetto esecutivo approvato il 6 agosto e lavori pronti ad essere mandati in gara anche per quanto riguarda la Perfugas-Santa Maria Coghinas. Con un primo importante intervento di messa in sicurezza della strada da 300mila euro finanziato con un mutuo per cui si attende l’autorizzazione della Cassa depositi e Prestiti.

Ulteriori cantieri per 500mila euro sono previsti all’interno del “patto della Sardegna” sempre per la Perfugas-Santa Maria Coghinas (300mila) e per la Perfugas-Erula (200mila).

«Alle polemiche, talvolta strumentali, dei politici – chiude Guido Sechi – preferisco portare avanti gli impegni assunti e impiegare il mio tempo e quello dell’amministrazione per trovare soluzioni e portare a casa i risultati. In un contesto di estrema incertezza istituzionale e finanziaria la Provincia di Sassari resta una amministrazione efficiente, migliore di molti enti pubblici e talvolta anche di alcune amministrazioni locali. Ma purtroppo è iniziata la campagna elettorale».