Campo di calcio a Lu Bagnu Giglio 91 fuori dalla gara

La società non ha partecipato al bando di concessione: «Troppi oneri per noi» Il sindaco Cuccureddu: «È una strumentalizzazione politica, rispettata la legge»

CASTELSARDO. Con una lettera inviata al sindaco, all’assessore allo Sport ed alla giunta comunale, l'Asd Giglio 91, unica associazione calcistica del comune, con oltre 100 iscritti dai cinque anni in su, comunica «l’impossibilità oggettiva a presentare la manifestazione d’interesse per prendere in concessione gli impianti sportivi di proprietà comunale, sia per il campo di via Puglia a Lu Bagnu, che per il campo di via Sedini, alle condizioni previste dal regolamento comunale per lo Sport, approvato lo scorso 27 luglio.

L’associazione dilettantistica Giglio 91 si appresta a disputare sia i campionati Csi, che il campionato Figc di seconda categoria, che, dopo la cessione dell'Unione Sportiva, è diventata la squadra “maggiore” della città. «Sin dalla fondazione, avvenuta 27 anni fa, siamo stati consapevoli dell’importanza dello sport ma anche della mancanza e dell’inadeguatezza delle nostre strutture sportive, ma mai abbiamo pensato di mollare, sia per i nostri figli che per la funzione sociale che il calcio rappresenta». Le attività del “Giglio” si sono sempre svolte nel campo in terra battuta Lu Bagnu, ultimamente concesso «in via temporanea e non esclusiva fino all’inizio ufficiale dei campionati».

Nel frattempo si chiedeva, con scadenza il 17 settembre, alle società interessate di presentare una manifestazione di interesse, assumendosi una serie di oneri e responsabilità che il Giglio dichiara di non potersi assumere, proprio per la sua natura volontaristica. «A breve prenderà il via la stagione ufficiale – sottolineano i dirigenti– e rischiamo di trovarci di nuovo costretti a spostarci a Tergu per disputare le partite ufficiali».

La società, dice, sperava, con l’inizio della nuova stagione, che la fruizione del campo sarebbe stata nuovamente possibile: «Ci troviamo, invece, sempre alle medesime condizioni, il nuovo regolamento comunale, mai discusso con le società calcistiche». Il sindaco Franco Cuccureddu afferma però che da parte del Giglio 91 c’è una strumentalizzazione politica «di cui mi dispiace perché vengono utilizzati i bambini come leva –. Abbiamo messo a gara la gestione del campo nel rispetto delle leggi e il regolamento approvato non è dissimile da quello di tanti altri Comuni. Intanto l’interesse a partecipare al bando è stato manifestato da altre società sportive e la commissione aggiudicatrice presto procederà all’assegnazione. Sono sorpreso, anche se non giudico la scelta, perché al Giglio in passato avevamo proposto una convenzione, e in seguito c’erano stati diversi
incontri sulla gestione futura del campo di Lu Bagnu». L’amministrazione comunale di Castelsardo non ha ancora invece messo a bando la concessione per gli impianti della Cittadella sportiva, la cui realizzazione è ancora in corso ma che dovrebbe concludersi in tempi abbastanza brevi.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli