Scuola, il futuro è in movimento

Ichnusa 4.0 si è chiusa con la presentazione dei progetti dei giovani. Migliaia i partecipanti all’evento

SASSARI. Hanno snocciolano dati negativi su spopolamento, emigrazione e trasporti e hanno provato a dare una risposta creativa con sei progetti ad alto tasso di innovazione. Novanta studenti di tutta la Sardegna sono saliti sul palco del Teatro Comunale di Sassari per presentare le idee che hanno sviluppato nell’Hackaton Civico di Ichnusa 4.0 #FuturaSassari. Si è conclusa così la tappa sarda di Futura Italia, la manifestazione promossa dal Miur per lanciare il Piano nazionale per la scuola digitale.

La maratona progettuale è stata vinta da “Move Sardegna”, un’applicazione per facilitare l’utilizzo dei mezzi pubblici da parte di cittadini, turisti e studenti. Il team che l’ha ideata parteciperà alle finali nazionali di questa competizione.

Da giovedì a ieri l’evento ha registrato una grande partecipazione: circa 1.500 studenti e 1.100 insegnanti hanno affollato il Padiglione Tavolara, il Polo didattico Quadrilatero e l’ex Biblioteca universitaria, per visitare i 23 stand, assistere a 20 tavole rotonde o 57 sessioni di formazione.

Gli studenti sono stati protagonisti anche nell’organizzazione, animando attività o curando direttamente - è il caso dell’Istituto Alberghiero di Sassari - l’accoglienza e il catering. Anche gli insegnanti che hanno accompagnato i partecipanti all’Hackaton Civico si sono sfidati nel progettare il futuro. La loro idea si chiama “La via dei centenari”, un marchio per promuovere la Sardegna in tutto il mondo.

La manifestazione è stata aperta da un piccola performance di #Koi Cantando danzavamo con le musiche di Arrogalla, il coro a tenore Góine, il rapper Giocca e i Sirbones Crew. Nel corso della mattinata è stato anche presentato Arcipelago Mediterraneo, tappa di un progetto internazionale che in questi giorni ha toccato anche La Maddalena. Nei saluti conclusivi il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Feliziani, ha espresso soddisfazione: “Siamo riusciti a fare vedere quello che succede davvero nelle scuole della Sardegna”. Simona Montesarchio, direttore generale del Dgefid del Miur, ha ringraziato il territorio per l’accoglienza, mentre il sindaco di Sassari Nicola Sanna ha sottolineato come «il lavoro condotto dagli studenti ci confermi che il Paese ha bisogno di proiettarsi nel futuro». Futura Sassari si è chiuso con il passaggio di consegne tra il dirigente del Tecnico Pellegrini, Paolo Acone, e il rappresentante di Bassano del Grappa dove si svolgerà la prossima tappa dell’evento.

Futura Italia è ideato dalla Direzione Generale per l’Innovazione Digitale del Miur e organizzato nell’isola con il coinvolgimento dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Niccolò Pellegrini” di Sassari e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Sebastiano Satta” di Macomer. Hanno poi collaborato la Regione Sardegna, il Comune di Sassari, le Università degli Studi di Sassari e Cagliari, la Camera di Commercio di
Sassari, l’Accademia delle Belle Arti Sironi, il Conservatorio Canepa, la Fondazione ITS Fiera agroalimentare della Sardegna, l’Istituto Mario Boella di Torino, il 10Lab di Sardegna ricerche, l’associazione di promozione sociale FabLAB Sulcis, TaMaLaCà, Crs4 e Fondazione Boella di Torino.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro