Abbanoa cambia le condotte

Partono oggi i lavori al centro storico, San Nicola e Calamone. Rubinetti a secco dalle 8 alle 17

OZIERI. Quasi due chilometri di nuove condotte idriche saranno realizzati da Abbanoa nel territorio comunale di Ozieri, nell’ambito del programma aziendale di efficientamento degli impianti finanziato con fondi Cipe.

I primi nuovi collegamenti saranno attivati già oggi: si tratta del collegamento tra via Maria Carta e largo Giovanni Polo, nel quartiere di San Nicola, e infatti tra le 8 e le 17 nel rione sarà necessario sospendere l’erogazione dell’acqua.

«I tecnici del gestore idrico effettueranno un costante lavoro di monitoraggio dei lavori e di regolazione della rete per circoscrivere quanto più possibile l’area dove sarà necessario eseguire le sospensioni indispensabili per scollegare le vecchie tubature e collegare le nuove, ma alcuni disagi saranno comunque inevitabili», informa Abbanoa in una nota.

I lavori a Ozieri procederanno nei prossimi giorni, nei quali sono programmati diversi cantieri che prevedono l’eliminazione delle vecchie tubature realizzate in materiale plastico ormai del tutto deteriorate e inadeguate a garantire un servizio efficiente nel centro storico, nella frazione di San Nicola e in località Tramentu.

Per quanto riguarda il centro storico saranno interessati viale Europa, le vie Rossini e Monte Acuto, mentre per la località Tramentu gli interventi si sviluppano lungo la via e il vicolo Martiri delle Foibe, via Fratelli Tara-Virdis e via Meridda.

Infine per quanto riguarda la frazione di San Nicola, come detto, i lavori riguardano Largo Giovanni Polo e vicolo Giovanni Polo nella zona artigianale. Tutte le nuove reti idriche saranno realizzate in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta.

Ieri Abbanoa ha anche annunciato che sarà messa mano alla riparazione della perdita che da giorni sta letteralmente inondando le strade della località Calamone. Il programma di intervento che riguarda anche Ozieri fa parte di un complesso piano di investimenti che comprende lavori anche ad Alghero, Ittiri, Mores, Porto Torres e Sassari. Si tratta di un unico appalto, finanziato, come detto, con i fondi Cipe per interventi strategici nel settore idrico-potabile.

I lavori a Ozieri sono gli ultimo di una serie di interventi che Abbanoa sta mettendo in campo in tutta la provincia di Sassari, dove sono stati avviati ulteriori appalti di efficientamento delle reti idriche in particolare nella città di Sassari (3,3 milioni di euro), nei comuni di Sennori, Sorso, Valledoria, Viddalba, Tergu e Santa Maria Coghinas (3,6 milioni di euro), Banari, Bonorva, Cargeghe, Chiaramonti,
Codrongianos, Giave, Muros, Nulvi, Osilo, Ossi, Padria, Ploaghe, Thiesi, Tissi e Pozzomaggiore (7,4 milioni di euro), Ardara, Bulzi, Ittireddu, Sedini e Berchidda (1,5 milioni di euro) e il completamento dell’acquedotto per Sedini, Bulzi, Perfugas e Laerru (2,6 milioni di euro).

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro