ploaghe 

Una comunità in festa accoglie il parroco don Giuseppe Virgilio

PLOAGHE. In una giornata dal clima estivo, una folla festante ha accolto domenica mattina don Giuseppe Virgilio, nuovo parroco di Ploaghe. L’appuntamento era previsto per le 10 nella chiesa di Cristo...

PLOAGHE. In una giornata dal clima estivo, una folla festante ha accolto domenica mattina don Giuseppe Virgilio, nuovo parroco di Ploaghe. L’appuntamento era previsto per le 10 nella chiesa di Cristo Re ma il neo parroco, nominato recentemente dall’arcivescovo di Sassari monsignor Gianfranco Saba, si è presentato ai suoi nuovi parrocchiani in leggero anticipo cogliendo molti fedeli di sorpresa. Ad accoglierlo tantissimi bambini che hanno voluto dargli il benvenuto insieme alle autorità locali.

Entrato nella chiesa insieme ai fedeli e a molti suoi compaesani, don Giuseppe, che è originario di Thiesi, si è dedicato alla preghiera ai piedi della Madonna Addolorata, festeggiata dal comitato proprio lo scorso sabato e quindi ancora esposta nella chiesa per la venerazione da parte dei fedeli. Poi un lungo e partecipato corteo ha intrapreso, insieme al nuovo parroco, il percorso che porta dalla chiesa del Cristo Re alla chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, che campeggia nella piazza sui cui si affacciano ben tre chiese.

Con il suo ingresso in chiesa don Giuseppe ha ricevuto simbolicamente le chiavi della sua nuova parrocchia, consegnategli da don Antonio Tamponi in rappresentanza dell’arcivescovo. La cerimonia si è aperta con la lettura del decreto arcivescovile di nomina del nuovo parroco. Visibilmente emozionato il sacerdote ha chiesto di essere chiamato don Giuseppe e non monsignore, titolo che spetta al parroco di Ploaghe in quanto un tempo sede vescovile, e ha celebrato la sua prima messa in una chiesa gremita e silenziosa che lo ha accolto calorosamente. Prima della benedizione finale il sindaco Carlo Sotgiu ha dato il benvenuto al parroco sottolineando la devozione che caratterizza la comunità ploaghese e manifestandogli l’affetto e l’abbraccio di tutta la popolazione. Dopo il primo cittadino è stato il momento dei gruppi parrocchiali che, rappresentati da Mario Rotelli, hanno voluto salutare don Giuseppe rendendogli omaggio con un discorso ricco e articolato.

Conclusa la cerimonia i fedeli hanno festeggiato il loro nuovo pastore nei locali della Casa del Fanciullo, gli stessi nei
quali, il giorno prima, è stato salutato con una festa a sorpresa il parroco uscente don Tonino Canu che per quasi dieci anni ha guidato spiritualmente la comunità ploaghese e al quale l’arcivescovo ha affidato il compito di guidare la parrocchia di San Giuseppe a Sassari. (m.t.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller