Cultura e scienza a Ozieri con il Festival Terra

Nella pinacoteca Altana due giorni di eventi promossi dalla Fondazione Daga Obiettivo degli organizzatori è fare informazione su neurodiversità e autismi 

OZIERI. Quest’anno fa tappa a Ozieri il festival “Terra. Il luogo del nostro abitare”, festa delle arti liberali e della scienza promosso dalla Fondazione Daga. Giunto alla sua terza edizione, che inaugura la formula di evento itinerante, il festival sarà ospitato da domani, venerdì 12 a domenica 14 ottobre nella pinacoteca cittadina Giuseppe Altana, dove per tre giorni si alterneranno mostre, convegni, performance teatrali, musica. Per portare avanti, come è nella mission della fondazione, «un dialogo sulla scienza e la cultura, in tutte le sue espressioni liberali, attraverso l’informazione sulle neuro diversità e sugli autismi nei suoi aspetti sociali e scientifici».

L’obiettivo della fondazione è quello di migliorare la qualità della vita delle persone affette dalla sindrome di Asperger, da disturbi pervasivi dello sviluppo e da altre forme di neuro diversità «e di superare gli attuali criteri d'intervento destinati a tali soggetti, meramente assistenzialistici e d'intrattenimento, per giungere a un considerazione delle persone affette da forme di neuro diversità come individui attivi nella società, con i loro punti di forza e di debolezza».

Ecco quindi la scelta di organizzare il festival Terra, eventi di integrazione e di crescita culturale, che a Ozieri come altrove propone un ricchissimo programma.

Si inizia venerdì alle 18 nella pinacoteca con il saluto dell’amministrazione, del presidente della Fondazione Daga e l’inaugurazione della mostra personale di pittura del Maestro Mario Adolfi. La serata sarà moderata da Mario Lai, presidente della Fondazione Sandro Pertini di Ozieri.

Si prosegue con la performance della attrice Carmela Arghittu e, alle 20, con il concerto del coro Città di Ozieri.

Sabato 13 ottobre la giornata inizierà 10 sempre nella pinacoteca con l’incontro “Le neuro diversità e la società”, sul tema degli autismi e l'integrazione sociale, con Giancarlo Onnis. Si proseguirà con l'incontro “Il cammino della accoglienza, realtà e aspetti sulla demenza” del dottor Bruno Daga.

Il pomeriggio si aprirà con la presentazione del libro “Donne senza ali” di Antonella La Frazia, con gli interventi musicali a cura di Patrizia Girardi (I sogni di Eva). Si proseguirà con “Gli abiti, la musica e la danza” e una sfilata di moda degli abiti di Patrizia Camba, intervallata dagli intermezzi di poesia e musica con Minnia Pani, Tetta Becciu, Stefano Flore, Salvatore Pintore, Antonello Bazzu. A conclusione della giornata esibizione del gruppo folk Beata Vergine del Rimedio.

Domenica 14 ottobre la giornata si aprirà alle 9,30 con l’incontro con l’autrice Maria Giuliana Campanelli sul libro “Funamboli tra realtà e sogno”, coordinato da Bruno Daga e Gavino Puggioni. Seguirà l’inaugurazione della Stagione dei Poeti che proseguirà anche nel pomeriggio.

Il Festival si concluderà con il
concerto degli Kangbe & Battista Giordano.

La manifestazione è organizzata con il patrocinio dell'Assessorato ai Servizi sociali e alla Cultura del Comune di Ozieri e dell’Istituzione San Michele. Il programma completo del festival si trova sul sito www.comune.ozieri.ss.it.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro