le proposte 

«Ztl per 4 mesi nella parte bassa»

SASSARI. Per affrontare l’emergenza sicurezza al centro storico arrivano anche alcune proposte operative. Il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Antonello Vacca, mette sul tavolo un’azione...

SASSARI. Per affrontare l’emergenza sicurezza al centro storico arrivano anche alcune proposte operative.

Il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Antonello Vacca, mette sul tavolo un’azione in via sperimentale per quattro mesi.

«Riapriamo la parte alta della ztl, quella che va da via Brigata Sassari e via Politeama in su, e comprende piazza Castello e piazza d’Italia. È una zona ormai tranquilla, abitata dalla borghesia cittadina, dove non è necessario fare particolari controlli. Allo stesso tempo però si potrebbe provare a chiudere al traffico la parte basse del Corso, da via Pais, piazza Mazzotti e via Rosello in giù. Un esperimento di quattro mesi per capire se la situazione migliora». L’idea ha il plauso dei commercianti: «Ho interpellato un centinaio di negozianti – dice Vacca – e a parte cinque o sei il resto è d’accordo. Ne ho parlato anche col sindaco, d’altronde l’estensione della ztl anche nella zona bassa è sempre stata una delle intenzioni dichiarate di questa amministrazione. Dare gambe al progetto in questo frangente di assoluta emergenza mi sembra l’operazione più sensata. Verrebbero installate le telecamere nelle vie di accesso, la zona sarebbe più controllata e presidiata, sparirebbero molte auto dalle vie, non ci sarebbe il parcheggio selvaggio, migliorerebbe il degrado complessivo».

Il consigliere di minoranza GIancarlo Carta tira invece in ballo l’intervento della Brigata Sassari: «I nostri concittadini hanno bisogno di segnali concreti di percezione di sicurezza. Chi più degli uomini della Brigata Sassari possono aiutarci in questa missione? I nostri soldati hanno partecipato tante volte all’operazione denominata “strade sicure”. Perché non al centro
storico?».

Secondo il consigliere del M5s Maurilio Murru la rinascita del centro può avvenire solo incentivando la residenzialità diffusa, riportando gli uffici nel cuore della città, creando le vie degli artigiani e aree pedonali, e coinvolgendo di più i gremi». (lu.so.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community