tentato omicidio 

La Cassazione conferma cinque anni per padre e figlio

SASSARI. La Corte di Cassazione ha confermato le condanne a 5 anni e 9 mesi per Salvatore e Antonio Garau, padre e figlio accusati del tentato omicidio dell’operaio sassarese Christian Cappai,...

SASSARI. La Corte di Cassazione ha confermato le condanne a 5 anni e 9 mesi per Salvatore e Antonio Garau, padre e figlio accusati del tentato omicidio dell’operaio sassarese Christian Cappai, avvenuto a marzo del 2015. La corte d’appello di Sassari a dicembre del 2016 aveva accolto la richiesta del sostituto procuratore generale Paolo De Falco confermando di fatto la sentenza di primo grado.

Cappai, 40 anni, a marzo del 2015 rimase ferito nel quartiere di Monte Rosello e padre e figlio Garau erano stati accusati di averlo colpito con alcune coltellate nella scalinata tra via Farina e via Ogliastra. L’operaio rischiò la vita perché il coltello gli perforò un polmone. Dall’attività investigativa svolta dai carabinieri era emerso che i due Garau si erano presentati armati di coltello a un incontro con la vittima per chiarire vecchie storie. In primo grado il medico legale Francesco Lubinu disse che le lesioni riportate da Cappai erano talmente gravi che avrebbero potuto ucciderlo. Soprattutto quelle provocate dalle due coltellate che interessarono il “quadrante retrostante il cuore”. Gli avvocati difensori degli imputati avevano invece sempre sostenuto che il giovane Garau avesse ferito accidentalmente Cappai con un movimento all’indietro dopo essersi inchinato per recuperare il coltello (caduto dalle mani della vittima) nel tentativo di difendersi dalla sua aggressione. Ma il chirurgo Luigi Topa, che operò Cappai, raccontò ai giudici che la punta del coltello affondò per 7 centimetri, un colpo diretto e così violento da riuscire a frantumare l’osso della spalla. Ricostruzione compatibile con una aggressione frontale.

La vittima, assistita dall’avvocato
Giuseppe Onorato, ha sempre detto che la prima coltellata alla spalla arrivò per mano di Garau padre che lo aggredì mentre lui colpiva a terra suo figlio, le altre due per mano del ragazzo. Tesi che ha evidentemente convinto i giudici di tutti e tre i gradi di giudizio. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare