patrono 

La comunità celebra San Gavino

Secondo la tradizione il santo venne decapitato il 25 ottobre del 304 

PORTO TORRES. Giovedì 25 ottobre ricorre la festa di San Gavino e per le chiese e il litorale di Balai si tratta di un avvenimento importante dal punto di vista religioso, storico e culturale.

Nel fare memoria del martirio dei patroni della città (e dell’arcidiocesi di Sassari) si riscoprono infatti le radici della fede e la gioia della vita comunitaria. Alle 8 sarà celebrata la messa nella basilica di San Gavino e la preghiera in Cripta e alle 9,30 la messa nella chiesetta di Balai lontano. Al termine della funzione i fedeli, a piedi e a cavallo, si recheranno fino alla spiaggia di Balai dove verrà impartita loro la benedizione dal parroco di San Gavino don Mario Tanca.

Ad aspettarli e a ricevere la benedizione ci saranno anche delle imbarcazioni a vela latina, grazie alla collaborazione con Assovela, e la presenza dell’associazione La Prana provenienti dal porto che sosteranno nella suggestiva rada di Balai. L’incontro tra cavalieri e pescatori suggella il connubio, nel segno della fede comune, tra la cultura agropastorale e quella marinara. Il rituale della benedizione a mare è organizzato dal gruppo folk Li Bainzini Etnos.

Alle 18 in Basilica il solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo di Sassari monsignor Gian Franco Saba: al termine la preghiera in Cripta.

Alle 19.30, invece, la presentazione del volume “I segreti delle cattedrali” a cura di Peralta, Piras, Palmieri e Medas. Con l’organizzazione della parrocchia Santi Martiri
Turritani, dell'Arcidiocesi di Sassari-ufficio Beni culturali, della Cooperativa Turris Bisleonis e del Centro Studi Basilica di San Gavino.

Introdurrà l’opera il parroco don Mario Tanca e a seguire una relazione approfondita del libro da parte di tutti gli autori. (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community