Lutto tra i Viandanti 

Pasquale Toschi Pilo, coraggio e fede

Il gremiante è spirato a 95 anni: scampò alle Fosse Ardeatine

SASSARI. Nuovo lutto nella famiglia Toschi Pilo e nei Viandanti. Ieri mattina se n’è andato serenamente, all’età di 95 anni, Pasquale Toschi Pilo e le sue ultime parole sono state un’invocazione a “Nosthra Signora di Bon Caminu”, la Vergine patrona del gremio a cui apparteneva sin da ragazzino, di cui ha baciato l’effige prima di spirare. La scorsa estate i Viandanti avevano pianto la perdita di Gavino Toschi Pilo, nipote di Pasqualino. Alla sua Madonna Pasqualino Toschi Pilo si è affidato come fece nel 1944, a Roma, dove si era arruolato come carabiniere quattro anni prima e assegnato allo squadrone a cavallo scampando al massacro delle Fosse Ardeatine. Lui ricordava sempre con grande commozione quel giorno in cui i tedeschi lo fecero prigioniero per condurlo verso la morte, caricandolo insieme agli altri prigionieri su un mezzo militare. Mentre la colonna si muoveva, riuscì ad inginocchiarsi nonostante le ristrettezze di spazio, pregando la Vergine di liberarlo. A un tratto avvenne un incidente e nel subbuglio generale il giovane Pasquale Toschi Pilo riuscì a saltare dal mezzo e a fuggire. Nonostante si fosse salvato dall’eccidio, in alcuni resoconti storici il suo nome figura tra le vittime. Rientrato in Sardegna venne destinato a Siligo e poi dopo essersi congedato divenne vigile urbano. Si distinse in servizio tanto da ricevere svariati riconoscimenti tra cui negli anni Sessanta una medaglia per aver ucciso da solo un toro in via delle Croci che era scappato dal mattatoio, un’altra negli anni Settanta quando, sempre da solo, sventò una rapina alle casse dell’ospedale civile. Nel 1983, andando in pensione, ricevette la medaglia d’oro “Al vigile urbano più vigile che urbano”. Nello stesso anno tenne a battesimo, con la moglie Liliana Saragani, la bandiera del gremio. Padre di sette figli, lascia in tutti un ottimo
ricordo di galantuomo di altri tempi. Oggi alle 12,15 a Sant’Agostino si celebrano i funerali. Molti attestati di cordoglio sono giunti alla famiglia e al gremio. Il feretro è stato vegliato dai parenti e anche il padre spirituale dei Viandanti, monsignor Tamponi, gli ha reso omaggio.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare