Stintino, sì a nuovi fondi per il porto turistico

La Regione ha deliberato 1,4 milioni di euro per il completamento dei lavori Il sindaco Diana: «Ci vorranno altre risorse, pronti a investire dal nostro bilancio»

STITINO. Per completare il porto turistico di Stintino occorrevano altri fondi, considerata l’importanza dell’opera e così, dopo il pressing del sindaco Antonio Diana che chiedeva ulteriori finanziamenti la Regione ha detto sì. Da Cagliari arriverà un milione 400mila euro , che si aggiungono ai 3 milioni già stanziati.

Il via libera è stato dato dalla giunta Pigliaru su proposta dell’assessore dei Lavori Pubblici Edoardo Balzarini. È stata deliberata una rimodulazione dei fondi FSC 2014-2020 – Patto per lo sviluppo della Sardegna, destinando la somma ai lavori necessari per l’infrastruttura.

«Il Comune di Stintino ha portato all’attenzione dell’assessorato l’esigenza di integrare, con ulteriori risorse finanziarie, l’intervento, già programmato, per il porto turistico – ha spiegato Balzarini –. Con la rimodulazione dei fondi FSC si sono resi disponibili 1,4 milioni che serviranno per il completamento dei banchinamenti interni e per opere di difesa, nello specifico la costruzione dell’impianto di bunkeraggio e il prolungamento del muro paraonde».

L’assessore ha ricordato che l’intervento fa parte della programmazione di 50 milioni di fondi del cosiddetto Patto per la Sardegna che sono stati destinati al completamento, riqualificazione, ampliamento ed efficientamento dei porti principali della Sardegna dopo una ricognizione completa sull’intero territorio, per dotare l'isola di porti più moderni, sicuri e funzionali alla crescente domanda turistica». E il porto di Stintino è rientrato nella lista.

Per il sindaco di Stintino il nuovo finanziamento è un ulteriore tassello per portare a compimento l’intero progetto su cui ha molto puntato anche per accrescere i collegamenti con l’Asinara. «Accogliamo con soddisfazione la notizia del nuovo stanziamento di fondi dalla Regione – afferma il sindaco Antonio Diana – che ha così accettato la nostra istanza, per completare il bunkeraggio nell'area del porto di Tanca Manna. Si tratta di somme che ci consentiranno di avviare lavori di potenziamento dell'intero compendio portuale stintinese».

Saranno sufficienti i nuovi fondi vista la mole
dell’intervento? «Proseguiremo la nostra attività di programmazione – conclude il primo cittadino stintinesi –. Siamo convinti che saranno necessarie ulteriori risorse e, se dovesse consentircelo il Piano di Stabilità, siamo anche pronti a investire risorse dal nostro bilancio».



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community