Meloni (Pd) 

Diga del Lerno, il caso arriva in Regione

OZIERI. Arriva all’attenzione del consiglio regionale, grazie a un’interrogazione presentata da Valerio Meloni e dagli altri consiglieri del Pd, la questione dell’ampliamento della capienza della...

OZIERI. Arriva all’attenzione del consiglio regionale, grazie a un’interrogazione presentata da Valerio Meloni e dagli altri consiglieri del Pd, la questione dell’ampliamento della capienza della diga del Lerno sino a una soglia superiore agli attuali 34 milioni di metri cubi.

Nella loro interrogazione i consiglieri chiedono all’assessore ai Lavori Pubblici lo stato dell’arte degli studi geognostici avviati per autorizzare un ampliamento e se lo stanziamento di sette milioni di euro per la stabilizzazione dell’invaso sia sufficiente a coprire i lavori stessi. Lavori che sono urgenti, dice il primo firmatario Meloni, per evitare che si ripeta quanto accaduto negli ultimi anni quando la diga ha raggiunto la portanza massima di 34 milioni di metri cubi e si è dovuto provvedere a svuotarla con conseguente razionamento dell’acqua per gli usi civici e per le condotte del Consorzio di Bonifica
del Nord Sardegna nella Piana di Chilivani.

Aumentare la capienza della diga si può, perché la struttura è stata inizialmente progettata per ospitare 72 milioni di metri cubi: da qui la richiesta di interessare con urggenza l’ente gestore delle dighe Enas. (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro