Gli artieri precari saranno stabilizzati

L’assessore regionale Spanu: «L’Agris potrà presto pubblicare la graduatoria»

OZIERI. A due giorni dalla scadenza dell’ennesima proroga del contratto degli artieri precari Agris, arriva dall’assessorato regionale al Personale una rassicurazione sul futuro dei nove operai. «Si va verso una soluzione della complessa vicenda», dice lo stesso assessore Filippo Spanu, rendendo noto che «l’agenzia ha ricevuto dalla commissione di valutazione gli atti necessari per poter procedere alla pubblicazione della graduatoria degli aventi diritto e ai successivi inquadramenti in base agli spazi di assunzioni».

La vicenda dei nove precari che da anni chiedono l’inserimento stabile negli organici di Agris è ormai nota, e di recente è tornata agli onori della cronaca dopo che gli artieri, di fronte all’ennesima proroga del contratto, avevano dapprima deciso di far inviare da un legale una diffida all’agenzia e poi, qualche giorno dopo, a ridosso della scadenza dell’ennesimo contratto mensile (prevista per domani 31 ottobre), avevano annunciato la volontà di adire le vie legali.

«Dalla nostra parte c’è la legge – hanno sempre sostenuto gli artieri –, in particolare la legge regionale 37 del 2016 che prevede esplicitamente la nostra stabilizzazione negli organici Agris». Dopo questo purtroppo ennesimo sfogo, sulla vicenda era intervenuto nuovamente il consigliere regionale Daniele Cocco, da sempre occupatosi della questione ed estensore del citato emendamento alla legge regionale 37 del 2016.

Proprio su queste pagine, infatti, Cocco aveva annunciato di avere ricevuto ampie rassicurazioni dalla direzione dell’agenzia Agris e dalla stessa direzione generale dell’assessorato, e aveva rivelato che a breve ci sarebbero state positive novità.

Novità che sono arrivate in questi giorni con la nota dello stesso assessore Spanu, che oltre ad annunciare la prevista stabilizzazione come imminente dà anche altre anticipazioni riguardanti altre posizioni da coprire all’interno dell’agenzia Agris. «Diamo corso alle stabilizzazioni – dice infatti Spanu –, ma stiamo puntando anche sulle procedure concorsuali per l’inserimento di nuovi dirigenti e funzionari. Ricordo – sottolinea ancora l’assessore al Personale – che abbiamo messo a punto il Piano del Fabbisogno in base al quale abbiamo già avviato il reclutamento. Questo piano sarà aggiornato nel prossimo mese di gennaio per favorire il ricambio all’interno dell’amministrazione regionale».

Soddisfazione è espressa dai nove
artieri tramite il portavoce Roberto Canu. «Dopo quasi due legislature di battaglia, questo governo regionale e in particolare l’onorevole Cocco stanno finalmente dando serenità alle nostre famiglie che in tutti questi anni hanno sofferto insieme a noi».

Barbara Mastino

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller