Piano di lavori pubblici per riqualificare le aree urbane di Martis

MARTIS. L’amministrazione comunale continua sulla strada del recupero e della salvaguardia del nucleo storico del paese. L’intervento nella piazza Vittorio Emanuele II è un esempio di questa...

MARTIS. L’amministrazione comunale continua sulla strada del recupero e della salvaguardia del nucleo storico del paese. L’intervento nella piazza Vittorio Emanuele II è un esempio di questa politica, finalizzata alla riqualificazione di una piccola, ma importante, porzione del paese e vuole stimolare e rafforzare il senso di appartenenza dei cittadini ai luoghi del proprio vissuto. Sono nate aree verdi progettate con la massima cura così da conservare la loro naturalità e l’accessibilità, soprattutto alle persone con ridotte capacità motorie e con l’arredo che diventa parte integrante dell’area compresa anche l’illuminazione pubblica che valorizza le aree verdi e illumina l’invaso stradale. L’intervento ha usufruito un importo complessivo di 150mila euro.

Un altro lavoro riguarda la riqualificazione nell’ingresso da Laerru. Anche qui l’opera, finanziata con fondi comunali per 150mila euro, ha come scopo principale il miglioramento e l’ammodernamento delle infrastrutture urbane esistenti per migliorare la fruibilità e la sicurezza per i cittadini.

L’intervento prevede la sistemazione della pavimentazione dei marciapiedi da piazza San Giovanni verso l’uscita per Laerru, la messa in opera di barriere di sicurezza in un tratto di curva della statale 127 in prossimità dei giardini pubblici, attualmente senza nessuna protezione. Con ulteriori 90mila euro si provvederà alla messa in sicurezza e all’eliminazione del degrado della viabilità di accesso al cimitero, riqualificando la zona di intervento mediante la demolizione delle murature in pietrame esistente e la ricostruzione delle stesse in cemento armato con rivestimento con il pietrame rimosso, l’installazione dell’impianto di illuminazione con nuovi pali, l’allargamento stradale e la predisposizione di nuovi ingressi ai fondi.

Sempre nell’area cimiteriale si provvederà alla messa in sicurezza e messa in opera di misure antinfortunistiche. Il
costo dell’opera, interamente finanziata dal bilancio comunale, sarà di 100mila euro. Interventi che si aggiungono a quelli quasi ultimati nell’ex “Ospedaletto" (65mila euro), in via Europa (75mila) a Sa tanca ’e Idda (84mila da finanziamento Ras).

Mauro Tedde



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community