Aiuti agli inquilini morosi incolpevoli

Il Comune di Osilo tende la mano alle famiglie che non possono pagare gli affitti

OSILO. Capita, a volte, perché si è perso il lavoro, si è cessata l’attività per cause di forza maggiore, si è contratta una malattia grave, che il reddito familiare crolli repentinamente, fino a non consentire il pagamento delle spese d’affitto dell’abitazione. Da qualche anno, di fronte a situazioni del genere, interviene la Regione, con il fondo per gli “inquilini morosi incolpevoli”, istituito sulla base del decreto legge 20/10/2013 n. 124. E in applicazione di quelle norme, il Comune di Osilo ha pubblicato il bando che disciplina l’intervento. Come per gli anni scorsi, va detto che i requisiti sono, già a monte, molto stringenti, segno della volontà del governo e della Regione di circoscrivere quanto più possibile la platea degli aventi diritto. Intanto la Regione stabilisce che la misura si applichi in via prioritaria ai capoluoghi di provincia e ai comuni “ad alta tensione abitativa”, ed Osilo non è fra quelli. Le risorse disponibili per il 2018 ammontano a poco meno di un milione di euro. Il contributo per singolo affittuario può arrivare fino a 12mila euro. I destinatari sono i “titolari di contratti di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo, soggetti ad un atto di intimazione di sfratto per morosità incolpevole avvenuto nel corso del 2018, con citazione in giudizio per la convalida”. Per morosità incolpevole si intende la sopravvenuta impossibilità a pagare il canone di locazione, a causa della perdita o consistente riduzione di almeno il 30% della capacità reddituale del nucleo familiare, verificatasi prima del 2018 e dovuta ad una delle seguenti cause: perdita del lavoro per licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria; mancato rinnovo dei contratti a termine o di lavoro atipici; cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore; malattia grave, infortunio
o decesso di un componente del nucleo familiare, che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito, o l’impiego di consistenti risorse per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Le domande vanno presentate entro il 18 gennaio 2019.

Mario Bonu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare