Centenario Grande guerra, inaugurato il monumento a Bancali

SASSARI. «La nostra presenza sarà un “grazie” a coloro che, dimentichi di se stessi, hanno offerto la loro vita per regalarci la libertà». È questa la frase che don Antonio Serra, parroco della...

SASSARI. «La nostra presenza sarà un “grazie” a coloro che, dimentichi di se stessi, hanno offerto la loro vita per regalarci la libertà». È questa la frase che don Antonio Serra, parroco della chiesa di San Gavino nella borgata di Bancali, ha scelto per invitare la comunità e le autorità civili e religiose a partecipare alla toccante cerimonia che si è tenuta alcuni giorni fa nella borgata. E in tantissimi hanno accolto quell’invito e hanno partecipato all’evento con fede e commozione.

Una cerimonia durante la quale c’è stata l’inaugurazione del monumento commemorativo del centenario della fine della grande guerra e al contempo la commemorazione dei caduti in guerra.

Una mattinata intensa che ha richiamato davanti alla chiesa parrocchiale tante persone, autorità civili e militari, associazioni combattentistiche e d’Arma. Dal piazzale antistante la chiesetta di San Gavino il corteo si è spostato verso il nuovo monumento ai caduti con inni eseguiti dal
corpo bandistico “Luigi Canepa”. A seguire c’è stata la celebrazione della messa in memoria dei caduti, cantata dal coro di Florinas.

Una giornata molto importante per l’intera borgata che, come ha ricordato l’attivissimo parroco don Antonio, «sta vivendo un momento storico».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare