Sassari, ubriachi al volante: in una notte ritirate 17 patenti

La Polstrada ha controllato 100 automobilisti, sanzionato un servizio di noleggio con conducente

SASSARI. Dall’inizio dell’anno sono più di seicento le patenti ritirate dalla polizia stradale di Sassari per guida in stato di ebbrezza. Un numero che dà la dimensione di quanto mettersi al volante dopo aver bevuto alcolici sia purtroppo una pratica ancora molto diffusa. Per questo la polizia stradale, al comando del dirigente Inti Piras, ha messo in campo una serie di iniziative volte a individuare nuove strategie per limitare il grave fenomeno degli incidenti stradali, talvolta anche con conseguenze mortali. Tra queste i servizi per il contrasto della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanza stupefacente. Per questo motivo nella notte tra sabato e domenica, con l’ausilio di personale medico della polizia, è stato svolto un servizio mirato per il contrasto alla guida pericolosa connessa all’alterazione dello stato psicofisico dei conducenti che ha riguardato, in particolare, la città di Sassari.

Tra i circa cento conducenti sottoposti a controlli, sedici sono stati denunciati penalmente per guida in stato di ebrezza alcolica e uno per guida sotto l’effetto di cocaina, con un totale di diciassette patenti ritirate, con sospensioni fino a due anni.

In un caso, il tasso alcolico nel sangue, superiore a cinque volte il consentito, ha determinato il sequestro ai fini della confisca dell’autoveicolo.

Numerose, inoltre, le verifiche amministrative a taxi e noleggio con conducente, che hanno portato a identificare e sanzionare una persona che offriva questo servizio di noleggio, con tanto di stemmi pubblicitari, ma che di fatto era completamente abusiva. Per lui è scattata una pesante sanzione con il fermo del veicolo fino a otto mesi. Quello di sabato notte è solo uno dei tanti servizi finalizzati a garantire maggiore sicurezza nelle strade del Sassarese. La polizia stradale ha fatto sapere che intensificherà i controlli in vista delle festività natalizie «al fine di contrastare tutti quei comportamenti che statisticamente rappresentano le maggiori cause di incidenti stradali».

Proprio giovedì scorso si è svolto a Cagliari un convegno sulla sicurezza stradale. A due anni dall’entrata in vigore della legge 41/2016 che ha introdotto le nuove fattispecie di reato di omicidio stradale e lesioni personali stradali, la polizia di
Stato ha tracciato un bilancio sull’attuazione della recente normativa e delle nuove tecniche investigative per l’accertamento dei reati. Le autovetture – oltre il 70% dei veicoli in circolazione – fanno registrare in termini assoluti il maggior numero di vittime degli incidenti stradali.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare