Esporlatu, le luminarie demolite a fucilate

Ennesimo atto di delinquenza la notte di Natale. Gli amministratori: «Vogliamo un po’ di serenità»

ESPORLATU. Delinquenza anche a Natale a Esporlatu, il paesino già segnato dai recenti atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali. Nella notte tra il 24 e 25 dicembre sono state danneggiate a fucilate le luminarie poste all’ingresso del paese.

«Non sappiamo più cosa fare – ha detto il sindaco di Esporlatu Franco Furriolu –. Manca la stazione dei carabinieri e da due anni viviamo sotto attacco e minaccia continua. Abbiamo denunciato il fatto alle forze dell’ordine del comando di Bono e continuiamo a fare la spola tra Bono e Esporlatu proprio per questi motivi». Qualche settimana fa Esporlatu il paese si svegliò con le telecamere di videosorveglianza danneggiate e nella notte tra il 9 e 10 dicembre qualcuno ha tentato di dare alla fiamme il portone di casa del primo cittadino. Numerose le attestazioni di solidarietà da parte dei sindaci sardi che il 19 dicembre si sono dati appuntamento a Esporlatu.

«Viviamo in un territorio bellissimo con un potenziale turistico elevato e che potrebbe ancora crescere – aveva detto il presidente della Comunità montana e sindaco di Benetutti Enzo Cosseddu – ma bisogna continuare

a insistere per avere più attenzione da parte dello Stato». E il vice sindaco di Eesporlatu Gianni Canu ieri ha aggiunto: «Condanniamo l’ennesimo atto di violenza, continuiamo a chiedere un po’ di serenità per tutta a comunità».

Elena Corveddu
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community