Il costume nulvese a Casa Talu

Nel piccolo museo in mostra la ricca collezione dello studioso Giuseppe Pes

NULVI. Casa Talu, una stupenda palazzina risalente al 1500 che sorge incastonata nel bel mezzo del centro storico di Nulvi recentemente donata alla parrocchia dell’Assunta dalla proprietaria Mimmi Talu, ospiterà dall’11 al 13 gennaio la mostra “La Perla dell’Anglona” curata da Giuseppe Pes, giovane studioso del vestiario tradizionale nulvese. Il piccolo museo di Casa Talu è stato inaugurato questa estate alla presenza di Mimmi Talu, di origini nulvesi e residente a Sassari, che ha voluto donare al paese la residenza dei suoi avi, un’agiata famiglia trapiantata nel capoluogo, dove è titolare di alcune importanti farmacie. Gli antichi spazi della palazzina ospitano una ricca esposizione che raccoglie le testimonianze relative ai tre candelieri nulvesi. Al piano terra sono già esposti gli antichi calchi in pietra che servirono alla realizzazione dei tre grandi tabernacoli, la riproduzione di una porzione del candeliere dei primi del 1900, oggetti tipici dell’ambiente domestico di un tempo, i paramenti sacri della chiesa e dell’antica Collegiata dell’Assunta, le vesti degli apostoli della Confraternita di Santa Croce e tanto altro. Negli spazi al primo piano Pes esporrà la sua incredibile collezione di costumi e abiti tradizionali del paese, ma anche dei centri vicini come Martis, Chiaramonti e Bulzi.

Ogni costume è un pezzo a sé, con colori e forme che seguono regole comuni
nel disegno e si differenziano nelle particolarità: costumi maschili e femminili, per le feste e per tutti i giorni, per i ricchi e per i poveri, per le donne sposate, nubili e vedove. La mostra sarà visitabile dall’11 al 13, orario 9 - 13 e 15 - 20.

Mauro Tedde



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare