Donna morta a Siligo indagate due dottoresse

Sotto inchiesta per omicidio colposo i due medici di guardia a Thiesi Ieri eseguita l’autopsia sul corpo della 44enne, risultati a metà marzo

SASSARI. I sintomi descritti dalla paziente sono stati “inquadrati” nel modo giusto? O sarebbe stato più opportuno suggerire un trasferimento immediato al pronto soccorso per accertamenti più accurati? E se questo fosse accaduto la paziente si sarebbe salvata? Interrogativi ai quali la Procura vuole dare un risposta. E per farlo è stata aperta un’inchiesta a carico delle due dottoresse in servizio alla guardia medica di Thiesi lo scorso 30 dicembre con l’ipotesi di reato di omicidio colposo in seguito alla morte, l’ultimo giorno dell’anno, di una donna di 44 anni di Siligo.

I pubblici ministeri Enrica Angioni e Paolo Piras hanno iscritto nel registro degli indagati i due medici che quel giorno andarono a casa della donna e fecero una prima visita suggerendole di non sottovalutare un eventuale peggioramento e, qualora si fosse verificato, di segnalarlo. Il giorno successivo la donna si era rivolta al medico di famiglia perché la situazione si era aggravata ed era stato chiamato anche il 118. La 44enne era morta in ambulanza.

L’inchiesta della Procura è un atto dovuto non solo per far luce sulla vicenda ma anche per consentire alle due dottoresse di ricorrere a tutti gli strumenti che la legge mette a disposizione nella fase delle indagini preliminari per difendersi dalle accuse. Intanto l’avvocato Mario Pittalis che tutela le indagate ha nominato un proprio consulente di parte – il medico legale Salvatore Lorenzoni – che ieri mattina ha partecipato all’autopsia eseguita nell’istituto di medicina legale. I pm Angioni e Piras hanno incaricato – per l’esame necroscopico – i medici Francesco Lubinu e Gian Franco Rassu. Mentre i familiari della vittima si sono affidati all’avvocato Sergio Milia che ha nominato come proprio consulente la dottoressa Elena Mazzeo. I risultati della perizia saranno depositati il 14 marzo.

La 44enne, molto conosciuta a Siligo, il 30 dicembre aveva lamentato una condizione di malessere generale. E per questo era stata chiamata la guardia medica. I magistrati Paolo Piras ed Enrica Angioni dopo il decesso della donna hanno disposto l’acquisizione di tutta la documentazione sanitaria relativa agli interventi effettuati dalle due dottoresse, dal medico di famiglia e per ultimo dagli operatori del 118.

L’autopsia sarà determinante per stabilire la causa della morte, la Procura vuole avere un quadro preciso della situazione e capire perché una donna di 44
anni – che apparentemente non aveva problemi di salute – sia deceduta nel giro di nemmeno due giorni. La perizia servirà anche a chiarire se i sintomi descritti dalla 44enne al momento della visita potevano essere compatibili con il virus influenzale diffuso in quei giorni anche in paese.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller