pozzomaggiore 

“La voce del leccio” di Oppes racconta l’isola che si spopola

POZZOMAGGIORE. Venerdì 11, alle 18, nei locali della biblioteca comunale, in Via mercato, su iniziativa dell’amministrazione comunale e dell’associazione culturale “Isperas”, in collaborazione con...

POZZOMAGGIORE. Venerdì 11, alle 18, nei locali della biblioteca comunale, in Via mercato, su iniziativa dell’amministrazione comunale e dell’associazione culturale “Isperas”, in collaborazione con la Biblioteca comunale e la Pro Loco, sarà presentato il libro del giornalista e scrittore Tonino Oppes, intitolato “La voce del leccio”, edito da “Domus de janas”.

Dopo i saluti del sindaco, Mariano Soro, interverranno Angelo Deriu, Lisa Mannu, Giovanna Cappai e Gianni Piu. L’incontro sarà coordinato da Lucia Cossu.

Un libro che riporta il pensiero agli anni Sessanta del secolo scorso quando i paesi perdono spazi e abitanti e diventano man mano più piccoli per un fenomeno che oggi si rivive come un tempo perduto
e l’impronta di un domani che è già passato. «E’ un affresco antropologico di una Sardegna che corre il pericolo di essere cancellata per sempre quella che ritroviamo nella nuova opera di Tonino Oppes, è scritto in una breve sinopsi della Biblioteca universitaria di Pisa”. (e.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community