la discarica a cielo aperto 

«Finiti i lavori è tornato il degrado»

La protesta dei residenti in via Falcone e Borsellino invasa dai rifiuti

PORTO TORRES
La protesta giunge direttamente da diversi cittadini, residenti e non, di via Falcone e Borsellino. Dopo la conclusione dei lavori che hanno interessato un tratto della strada, che per qualche tempo è rimasta pultia, si è infatti ripreso con il solito andazzo, con le carreggiate ai bordi della stessa ridotte a discariche, sfruttando probabilmente la scarsa illuminazione e relativo traffico che caratterizza la via al calar della sera. L'erba alta non riesce a celare lo scempio di queste continue microdiscariche: insieme ai soliti e mai rimossi residui di lavorazioni edili, si susseguono bustoni trasparenti da cui si evince il contenuto. In qualche caso si tratta di bottiglie di vetro insieme a lattine e bottiglie di plastica, in altri sono cartacce, confezioni di plastica, in altri ancora indifferenziato con avanzi di cibo ed infatti la busta si presenta squarciata con tanto di cornacchie che pasteggiano poco oltre la corta striscia di asfalto recentemente
realizzata a costituire un tratto di marciapiedi. L'area con urbanizzazioni primarie non è da meno: subito all'ingresso da un lato un bustone contenente quanto rimane di numerosi botti esplosi ad inizio anno, dall'altro buste con indumenti e il solito corollario di immondizie varie. (e.f.).

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller