Buddusò, diciannovenne ucciso da un colpo di pistola: è giallo

Il giovane di Alà dei Sardi è stato trovato riverso sulle scale di casa della fidanzata con un foro nel petto. Le ipotesi vanno dall'omicidio al suicidio, l'arma trovata lontano dal corpo. Si attendono i risultati dell'autopsia

BUDDUSÒ. Un giovane accasciato su una rampa di scale con un foro nel petto, una pistola lontana dal corpo e neanche una goccia di sangue intorno. Sono le 2 della notte tra venerdì e sabato, e nel Monteacuto stanno per perdere il sonno per una storia di cui si conosce soltanto la tragica fine: Diego Baltolu, 19 anni di Alà dei Sardi, è stato ritrovato senza vita a Buddusò, sulle scale di casa della fidanzata 30enne Rosalia Mandras. Tutto quello che è accaduto prima è un mistero: nessuno ha sentito spari nella notte, non si sa come il giovane sia arrivato fino all'uscio di casa e se il proiettile che lo ha freddato sia uscito dalla canna dell'arma ritrovata nella zona. Ma, soprattutto, non è chiaro se si tratti di suicidio oppure di omicidio.

leggi anche:

Gli investigatori stanno lavorando nel più assoluto riserbo, valutando tutte le ipotesi, anche quelle che apparentemente sembrano più improbabili. Le risposte che mancano - e sono tante - dovrebbero arrivare dall'accertamento balistico sull'arma, una pistola artigianale, e dall'esame dello Stub sul cadavere del giovane e le persone che gravitano intorno alla famiglia. Verrà eseguita anche l'autopsia sul corpo di Diego Baltolu: è già stato fissato a lunedì pomeriggio un incontro per incaricare il medico legale Salvatore Lorenzoni di effettuare l'esame autoptico. La salma è infatti stata trasportata già da ieri mattina all'istituto di Medicina legale di Sassari a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community