Colpo alla comunità La Crucca, l'appello: "Nessuno compri quel bestiame"

Duecento gli animali portati via dalle stalle della comunità terapeutica

SASSARI. Non è un furto qualunque: è uno sfregio grave, un danno che va ben al di là del valore economico. Perchè quando porti via più di 200 animali dalle stalle di una comunità terapeutica, dove non c'è solo produzione ma anche e soprattutto lavoro, elemento alla base della fase complessa di reinserimento, allora si realizza che non è solo un problema dei ladri. Il furto messo a segno alla comunità La Crucca è una questione che investe l'intero territorio e, in fondo la Sardegna.

Sassari, maxi furto di bestiame nella comunità di recupero della Crucca SASSARI. Furto importante di bestiame alla comunità di recupero della Crucca, nella Nurra di Sassari. Una banda di abigeatari ha rubato dalle stalle quindici bovini, 61 maiali e 161 pecore. L'allarme è scattato stamattina quando i primi ospiti della comunità sono andati per accudire gli animali: la stalla dell'ingrasso dei bovini era vuota. Sono scattati subito i controlli nel resto delle stalle e si è scoperto che erano stati rubati gli altri animali. La polizia è stata contattata immediatamente e sul posto sono intervenute diverse pattuglie, compresa la scientifica. Gli animali sarebbero stati portati via a bordo di diversi camion. Al vaglio degli inquirenti anche le registrazioni di alcune telecamere di videosorveglianza della zona. Il valore del bestiame rubato è di circa 100mila euro(video Ivan Nuvoli)

I ladri hanno agito con grande facilità perchè qualcuno li ha aiutati, guidati quasi con sicurezza in un ambito che se non lo conosci bene non puoi fare un colpo del genere. I camion sui quali sono stati caricati gli animali (150 pecore, 60 maiali e una ventina di bovini) sono arrivati passando per una stradina interna e poi sono ripartiti senza lasciare troppe tracce fuori dai terreni della comunità. Forse non sono andati lontano, e per questo l'appello partito dalla comunità se fatto proprio da tanti, un numero più grande possibile, può bloccare il piano dei razziatori. Chi dovesse ricevere proposte di acquisto le rifiuti, e altrettanto faccia chi è stato o verrà interessato per le operazioni di macellazione. Nessuno prenda quel patrimonio della Comunità La Crucca costruito con enormi sacrifici, a nessun prezzo. Neppure in regalo.

E allora chi sa, chi sente, chi immagina che da qualche parte - magari non lontano dal luogo del furto - sono stati temporaneamente nascosti gli animali rubati, faccia arrivare il segnale. Può farlo anche in maniera anonima. La polizia, intanto, ha intensificato le ricerche, sta controllando le immagini di alcune telecamere delle aziende della zona che potrebbero avere ripreso il passaggio dei camion e di altri mezzi.

L'appello alla collaborazione è stato rinnovato anche ieri: «Chi sa faccia la sua parte, come fanno i volontari tutti i giorni, come i ragazzi e le famiglie che ogni giorno combattono una battaglia durissima per ricostruire le loro vite. Ci sono momenti in cui è giusto scegliere da che parte stare». (g.b.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli