chiaramonti 

La Shoah negli occhi dei bambini

Gli studenti presentano i loro lavori sulla Giornata della Memoria

CHIARAMONTI. Letture, testimonianze, poesie e canti, riflessioni. L’orrore della Shoah e della guerra visto attraverso gli occhi e i lavori dei bambini ma anche attraverso la rielaborazione delle esperienze di reduci e sopravvissuti.

In occasione della celebrazione della “Giornata della memoria”, per non dimenticare il sacrificio di sei milioni di ebrei nel corso della Seconda guerra mondiale e per riflettere sugli assurdi meccanismi della guerra, la biblioteca comunale di Chiaramonti propone un incontro con gli alunni della scuola secondaria di primo grado e delle classi quarta e quinta della Primaria di Chiaramonti e Martis, destinatari privilegiati del messaggio sull’importanza della memoria storica, ma aperto a tutta la cittadinanza.

L’iniziativa, che si terrà sabato 2 febbraio alle ore 10,30 nella sala consiliare in via Brigata Sassari, è organizzata in collaborazione con il Comune, il Sistema bibliotecario dell’Anglona e Bassa valle del Coghinas, la Comes, l’associazione culturale Carrozzu Longu e l’Istituto comprensivo “S. Satta e A. Fais” di Perfugas a cui è associato il plesso di Chiaramonti.

Alla mattinata di lavori interverranno il sindaco Alessandro Unali, l’assessore alla Pubblica istruzione Costantina Urgias,
il consigliere con delega alla Cultura Marco Migoni e il dirigente scolastico Giovanni Carmelo Marras. Il programma prevede letture e presentazioni di lavori a cura delle classi interessate e del cantautore Franco Sechi per l’associazione Carrozzu Longu.

Letizia Villa

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller