Sassari, pistola in pugno rapina una fruttivendola

Nel mirino un negozio in via Cadamosto. Terzo colpo in pochi giorni, il bottino è di appena 60 euro

SASSARI. Nuovo colpo del rapinatore solitario che ieri ha scelto ancora una volta un negozio di frutta e verdura. Poco prima di pranzo è entrato in azione in via Cadamosto, nel quartiere Latte Dolce. Pistola in pugno, si è diretto verso la cassa, ha minacciato la titolare puntandole contro l’arma e si è impossessato delle banconote. Il bottino è di circa 60 euro, pochi soldi quindi e il rapinatore - come aveva fatto anche in precedenza - si è lamentato di avere trovato poco denaro.

Il giovane che aveva il voto travisato (coperto da una sciarpa quasi fino agli occhi) è poi scappato e non è escluso che a breve distanza ci fosse un complice ad attenderlo.

Appena è scattato l’allarme, in via Cadamosto è arrivata una pattuglia della sezione volanti della questura che ha raccolto le prime informazioni e avviato le ricerche del rapinatore. Che è stato ancora una volta fortunato, a breve distanza infatti erano operativi alcuni investigatori della squadra mobile, impegnati in un servizio specifico attivato proprio per contrastare le rapine.

Pochi attimi e gli agenti si sarebbero trovati proprio di fronte al rapinatore. L’attività investigativa prosegue sulla base degli elementi raccolti (la testimone ha confermato che il rapinatore impugnava una

pistola piccola) e c’è grande attenzione per le immagini registrate da alcune telecamere della zona che potrebbero avere ripreso il giovane quando ancora era a viso scoperto. L’ipotesi è che dietro le tre rapine (anche di quelle a Monte Rosello) ci sia sempre la stessa persona.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community