Valledoria 

Servizio medico sanitario chiuso, la protesta del sindaco

VALLEDORIA. Anche a Valledoria il servizio prelievi viene gestito con un’autoemoteca, ma dopo la chiusura l’estate scorsa del presidio ambulatoriale del medico sanitario e quella di alcuni servizi...

VALLEDORIA. Anche a Valledoria il servizio prelievi viene gestito con un’autoemoteca, ma dopo la chiusura l’estate scorsa del presidio ambulatoriale del medico sanitario e quella di alcuni servizi specialistici ambulatoriale negli anni scorsi, l’amministrazione comunale protesta per la mancanza di servizi assistenziali indispensabili. Spiega il sindaco Paolo Spezziga: «Dopo la chiusura del servizio medico sanitario siamo ancora in attesa che Ats ci dica quando riprenderà l’ importante servizio di cui si avvalgono soprattutto le fasce deboli della cittadinanza. Bambini che effettuano le vaccinazioni ed anziani che devono rinnovare la patente di guida e sono costretti a recarsi a Porto Torres o a Sassari».

«Non è possibile chiudere servizi fondamentali come questi che permettono ad una popolazione sempre più invecchiata di vivere nei centri di provincia per poter avere un’adeguata assistenza sanitaria – affonda il sindaco –. Si parla tanto di combattere lo spopolamento e poi si
agisce in senso contrario. Siamo pronti a eseguire i lavori di adeguamento che la Assl ci vorrà richiedere nell'ambulatorio del medico sanitario addirittura con risorse dal nostro bilancio comunale se dovesse essere necessario se l’Assl autorizzerà la ripresa dell'attività». (g.f.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community