“Porte girevoli” a Palazzo Ducale

Continuano i cambi di gruppo in consiglio comunale, e la giunta traballa

SASSARI. Porte girevoli in azione nell’aula del consiglio comunale di Sassari. Con gli assestamenti causa elezioni regionali in corso che si susseguono senza sosta, e la giunta che, a ogni cambio di sedia, traballa pericolosamente.

L’ultimo giro di valzer nella seduta di consiglio di martedì, quella in cui in aula esordiva il “gruppo Zedda” di Valeria Fadda, Salvatore Dau e Giovanni Ruiu. Nemmeno il tempo di presentarsi che sono partite le mozioni d’ordine e l’annuncio dei nuovi cambi. Il più “pesante” quello di Rino Tedde, candidato al Consiglio regionale nella lista dei Riformatori, che ha ufficializzato di avere lasciato il gruppo dell’Upc (partito con cui i rapporti erano ormai rotti). «Non è stata per me una decisione facile, ma sofferta e da me ritenuta necessaria e a lungo ponderata e maturata nel tempo per una serie di ragioni, di dissensi e di promesse, che hanno da tempo accompagnato il mio percorso in quel partito. A cui, comunque, credo di aver contribuito non poco alla crescita, sempre con dedizione, serietà e massimo impegno», ha detto Tedde in apertura di seduta.

Abbastanza per far saltare i nervi a Nanna Costa (Ora Sì) che aveva dovuto rinunciare a un’assessora (Amalia Cherchi) proprio per lasciare spazio alla rappresentante dell’Upc Manuela Palitta. «Chiedo spiegazioni, visto che ora l’assessore Upc non ha
più nessun consigliere di riferimento in aula», ha tuonato prima di abbandonare l’aula. Da registrare anche il rientro nel gruppo Dem di Pierpaolo Bazzoni, che ha sottolineato di aver chiarito i “problemi interni” che lo avevano convinto a passare nel misto di maggioranza. (g.bua)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller