Santa Maria Coghinas 

Scontro a tutto campo tra sindaco e minoranza

SANTA MARIA COGHINAS. Nuove polemiche tra la minoranza consiliare e il sindaco Pietro Carbini. In una nota i consiglieri di opposizione Carlo Sardo, Fabrizio Pes, Sara Ledda, e Francesca Borrielli...

SANTA MARIA COGHINAS. Nuove polemiche tra la minoranza consiliare e il sindaco Pietro Carbini. In una nota i consiglieri di opposizione Carlo Sardo, Fabrizio Pes, Sara Ledda, e Francesca Borrielli sostengono lanciano una bordata di accuse alle quali replica punto per punto il primo cittadino. La prima critica è quella di non aver ancora ricevuto risposte a una serie di interrogazioni. «Ci sono dei termini di legge per dare risposte scritte – dice Carbini – e alcune di esse sono già state date in consiglio comunale».

I quattro consiglieri di opposizione chiedono al sindaco maggiore trasparenza su alcuni atti amministrativi, come per esempio «le giustificazioni di spese e le motivazioni» che hanno portato a un rosso «di circa 200mila euro nelle casse della fondazione Onlus Santa Maria delle Grazie durante i sette anni di amministrazione Carbini». Risponde il sindaco: «Tutte le spese sono documentate, ma credo che di questa accusa i consiglieri risponderanno nelle sedi opportune».

«Non capiamo – scrivono poi i consiglieri di minoranza - come mai non sia presente una graduatoria per l’assegnazione delle case popolari» e il sindaco replica che «la commissione sta lavorando per trovare le soluzioni migliori al fine di consegnare gli alloggi popolari alle persone che ne hanno necessità e in base ai requisiti. Faremo tutto nel modo più trasparente possibile per i cittadini».

«C’è una richiesta di accesso agli atti sui danni ad autovetture per sinistri a causa dello stato del manto stradale comunale – scrivono inoltre i quattro consiglieri – poiché ci è sembrato strano che l’unico danno risarcito e liquidato sia stato quello al figlio del sindaco». Chiosa il sindaco Carbini: «Non è vero, perché abbiamo risarcito altri automobilisti del paese che hanno visto danneggiata la loro auto».

La minoranza chiede inoltre chiarimenti «sulla pista ciclabile o zona pedonale ( non è ancora chiaro cosa sia), prevista dal progetto finanziato dall'Unione dei Comuni. Progetto è stato sfruttato per disporre dei paletti per la sicurezza, che sono solo bullonati a terra, e di dubbia efficacia, posizionati in numero molto superiore a quanto previsto. In alcune zone di viale Sardegna, ad esempio, le macchine sono costrette a parcheggiare con i pneumatici sulla carreggiata». «Faremo un corso di aggiornamento per gli automobilisti che trovano problematici i parcheggi – risponde ironicamente Carbini – perché quelli realizzati sono a norma». Infine altra polemica sollevata dai consiglieri di opposizione sono i rimborsi, troppo alti a detta loro per un paese di 1500 abitanti, e che il sindaco percepisce per i suoi spostamenti nell’isola e fuori di essa. «Faccio risparmiare
all'ente circa 20mila euro l'anno – dice il sindaco – poiché sono responsabile del servizio di vigilanza, demografico e di ragioneria che prima avevano figure che godevano di stipendio. Se ricevo rimborsi significa che mi sto dando da fare per ilpaese».

Giulio Favini

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller