Valledoria, incendiò la casa dell’ex moglie: in appello confermati due anni

La donna era rimasta ferita a un ginocchio e a una spalla

SASSARI. Pena confermata anche in appello per Costantino Ara, il 72enne di Valledoria condannato in primo grado a due anni per aver incendiato la casa dove viveva insieme alla moglie, prima della separazione. E di due anni è la condanna inflitta anche dai giudici di secondo grado.

I suoi avvocati Danilo Mattana e Alberto Sechi hanno già annunciato che presenteranno ricorso per Cassazione, convinti del fatto che in questa inchiesta ci siano diversi elementi da chiarire e accuse addebitate al loro assistito senza che ci siano prove certe.

Ara, che era stato giudicato con il rito abbreviato, aveva raccontato al giudice che l’11 luglio del 2017 aveva intenzione di uccidersi, per questo aveva accatastato mobili e oggetti, aveva aperto il gas e dato fuoco. I carabinieri non avevano però creduto alla tesi del suicidio, avevano invece privilegiato quella di un dispetto nei confronti della ex consorte “colpevole” di averlo lasciato dopo 41 anni di matrimonio e di essersene andata a vivere a Tempio, a casa di uno dei figli. E quindi era stato rinviato a giudizio per incendio aggravato. Ma l’imputato si era sempre difeso sostenendo che con quell’incendio non voleva arrecare alcun danno alla moglie. E a domanda precisa del giudice sul perché, se proprio aveva intenzione di uccidersi, non avesse scelto un’altra modalità, la sua risposta era stata: «Perché quando la testa non funziona succedono anche queste cose...».

I fatti di Valledoria risalgono all’estate di tre anni fa. Ma a carico di Ara si è concluso lo scorso dicembre un altro processo, a Tempio, per un’accusa decisamente più pesante: tentato uxoricidio. E il giorno dopo l’incendio di Valledoria era prevista proprio la prima udienza. L’uomo pare ne avesse risentito molto e così
la notte prima di presentarsi davanti ai giudici di Tempio che dovevano processarlo per aver sparato tre colpi di pistola contro sua moglie Liliana Dettori di 61 anni (che rimase ferita a un ginocchio e a una spalla), aveva provato a distruggere tutto con il fuoco, compresa la sua vita.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller