A Ittiri assessori Pd e Udc candidati in liste rivali

La minoranza denuncia l’anomalia e chiede al sindaco di sospendere le deleghe Giovanna Scanu corre con Zedda mentre Peppino Fiori sta con Solinas

ITTIRI. Mancano appena quattro giorni alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale e a Ittiri “scoppia” il caso dei due assessori comunali candidati in due schieramenti diversi e contrapposti. A sollevarlo sono i consiglieri di minoranza, Giommaria Deriu, Antonio Dore, Lia Calvia e Silvana Fadda. Che, in un documento inviato al sindaco Antonio Sau, chiedono come mai non abbia almeno sospeso le deleghe ai due assessori Giovanna Scanu e Peppino Fiori e criticano pesantemente il suo silenzio totale sull’argomento.

Un pasticcio che è nato molto lontano e che il gruppo consiliare di opposizione ricostruisce nel dettaglio. «Sono trascorsi ormai oltre otto anni, quasi due mandati amministrativi, durante i quali un'alleanza di centrosinistra, allargata all’Udc – si legge nella nota –, amministra il Comune di Ittiri. In un centro importante come il nostro questa alleanza non è passata inosservata, tanto è vero che alle ultime elezioni comunali il risultato elettorale ha visto prevalere la lista civica “Io Partecipo” per soli 54 voti sulla lista civica “Insieme per Ittiri”».

E ora arriviamo ai tempi recenti. « Alle prossime elezioni regionali del 24 febbraio – affrma la minoranza –, due assessori della giunta capeggiata da Antonio Sau sono candidati in questa competizione elettorale: l’assessora Giovanna Scanu del Partito Democratico con la coalizione di Zedda (centrosinistra) e l’assessore Peppino Fiori dell’Udc con la coalizione di Solinas (centrodestra)».

Il gruppo consiliare di minoranza “Insieme per Ittiri” non contesta la libertà di potersi candidare, bensì «l’anomalia politica delle due candidature di persone che, al Comune di Ittiri, si ritrovano nella stessa giunta e alle regionali si propongono in due schieramenti opposti e alternativi. Non si conosce al momento, a nessun livello – sostengono i firmatari – una presa di posizione, né del Partito Democratico né dell’Udc, circa la condivisione o no di una alleanza innaturale sul piano politico. Questa vergogna politica non può passare allegramente inosservata, un fatto politico grave e inaccettabile che ha lasciato indifferente il sindaco Sau. Talmente distratto che – conclude il documento – rispetto ad una richiesta del nostro gruppo consiliare di sospendere le deleghe ad entrambi gli assessori, durante la campagna elettorale, non ha preso nessun
provvedimento». Per Insieme per Ittiri, però, «sul piano politico-amministrativo il sindaco deve prendere atto che una tale situazione è ormai insostenibile e che deve adottare le misure estreme conseguenti per un elemento di chiarezza politica nei confronti dei cittadini ittiresi».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller