Assenteismo, indagini a Forestas

Controlli dei carabinieri nel cantiere di Ozieri, la Procura ha chiesto la sospensione di sei lavoratori

SASSARI. Devono difendersi dall’accusa di assenteismo sei lavoratori del cantiere Forestas di “Bena Majore” a Ozieri. L’indagine era partita circa un anno fa dopo una segnalazione arrivata ai carabinieri della compagnia di Ozieri e gli investigatori del Nucleo operativo avevano avviato una serie di accertamenti - anche con l’installazione di videocamere che avrebbero ripreso i momenti dell’ingresso e dell’uscita dal cantiere - che poi sono stati condensati nel rapporto che è stato trasmesso alla procura della Repubblica di Sassari.

L’inchiesta diretta dal sostituto procuratore Mario Leo è ora entrata nella fase decisiva: il magistrato infatti ha avanzato la richiesta della misura interdittiva della sospensione dal lavoro degli indagati.

I sei dipendenti (cinque difesi dall’avvocato Paola Milia e uno da Vittorio Campus) sono comparsi ieri mattina in Tribunale a Sassari davanti al giudice Michele Contini che li ha sentiti prima di adottare eventuali provvedimenti. I lavoratori hanno risposto alle domande e hanno fornito la loro versione dei fatti in riferimento alle contestazioni mosse e che riguardano appunto l’orario di lavoro, le mansioni svolte, le uscite dal cantiere e le assenze. Il giudice alla fine si è riservato di decidere sulla richiesta della misura interdittiva della sospensione dal lavoro così come richiesto dal pubblico ministero. Il pronunciamento potrebbe arrivare nella mattinata di lunedì.

L’indagine dei carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Ozieri era cominciata circa un anno fa e sarebbe andata avanti con metodi tradizionali e con l’osservazione dei movimenti nel cantiere di “Bena Majore” dove sono presenti una trentina di addetti che si occupano anche del servizio antincendio e della Protezione civile. In quella sede è operativo anche il parco mezzi e il vivaio.

Durante l’attività di accertamento, sarebbero emerse alcune posizioni dubbie (specie per quanto riguarda l’allontanamento dal cantiere di dipendenti che risultavano regolarmente al lavoro) e a conclusione delle indagini nel rapporto dei carabinieri inoltrato alla Procura di Sassari sono finiti sei lavoratori.

Ieri mattina davanti al giudice - assistiti dai loro avvocati - gli indagati avrebbero spiegato le mansioni svolte (quasi tutti operai), indicando a memoria i motivi dell’allontanamento dal cantiere sulla base delle contestazioni mosse dall’autorità giudiziaria.

Ora la decisione sulla eventuale sospensione dal lavoro spetta al giudice che si è appunto riservato di pronunciarsi nelle prossime ore.

La notizia dell’indagine sui presunti casi di assenteismo nel cantiere Forestas di “Bena Majore” era trapelata già nei giorni scorsi e della vicenda erano al corrente anche le organizzazioni
sindacali.

Ieri nessuno ha voluto rilasciare dichiarazioni e l’orientamento sembra essere orientato alla prudenza.

«Attendiamo la decisione del giudice prima di fare dichiarazioni», questa l’affermazione ricorrente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller