Assenteismo a Forestas: giudice sospende 2 operai

Per il primo la misura interdittiva è di un mese, 15 giorni per l’altro indagato. Ozieri, nell’inchiesta anche altri quattro dipendenti con responsabilità minori

SASSARI. Due misure interdittive dal pubblico ufficio sono state decise ieri dal giudice del Tribunale di Sassari Michele Contini e notificate dai carabinieri della compagnia di Ozieri a due dei sei lavoratori di Forestas finiti nell’indagine degli investigatori per assenteismo.

I provvedimenti riguardano gli operai N.B., 49 anni, e A.M., di 56: per il primo la sospensione dal lavoro è di un mese, mentre per il secondo è stata stabilita in 15 giorni. A.M. avrebbe anche ammesso le proprie responsabilità e avanzato la proposta per il risarcimento del danno causato con le sue assenze dal lavoro, una linea che invece non avrebbe scelto N.B.

Per gli altri 4 operai finiti nell’inchiesta sarebbero state accertate responsabilità minori, con assenze dal lavoro che avrebbero riguardato lassi di tempo nettamente inferiori rispetto a quanto accertato per i primi due. Da segnalare una interessante annotazione del giudice riguardo all’organizzazione del cantiere di lavoro dove i sei operai sono inseriti, con l’invito all’ente a “rivedere” la programmazione in quanto le risorse presenti nel cantiere non sarebbero state impiegate nel migliore dei modi e quindi con il pieno coinvolgimento della forza lavoro.

L’indagine - che ha avuto come riferimento il cantiere di Bena Majore a Ozieri - era partita circa un anno fa dopo una segnalazione arrivata ai carabinieri della compagnia di Ozieri e gli investigatori del Nucleo operativo avevano avviato una serie di accertamenti - anche con l’installazione di videocamere che avrebbero ripreso i momenti dell’ingresso e dell’uscita dal cantiere - che poi sono stati inseriti nel rapporto trasmesso alla procura della Repubblica di Sassari.

Il sostituto procuratore della Repubblica Mario Leo, titolare dell’inchiesta, aveva avanzato la richiesta della misura interdittiva della sospensione dal lavoro per tutti gli indagati.

I sei dipendenti di Forestas (cinque difesi dall’avvocato Paola Milia e uno da Vittorio Campus) erano comparsi in Tribunale a Sassari davanti al giudice Michele Contini che li ha sentiti prima di adottare eventuali provvedimenti. I lavoratori (quasi tutti) avevano risposto alle domande e fornito la loro versione dei fatti in riferimento alle contestazioni mosse e che riguardavano appunto l’orario di lavoro, le mansioni svolte, le uscite dal cantiere e le assenze. Il giudice si era riservato
di decidere.

Ieri l’emissione di due misure interdittive dal pubblico ufficio per due dei sei lavoratori coinvolti che sono state notificate agli interessati dai militari della compagnia di Ozieri guidati dal tenente colonnello Umberto Rivetti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community