Vandali in azione all'ipogeo di Balai

Solo le telecamere possono salvare il santuario

PORTO TORRES. Un’anta della cancellata riversa per terra, verso l’interno, come fosse stata abbattuta da qualcuno volutamente. E non sarebbe neanche la prima volta. Dentro, lattine e fazzoletti e, in uno dei vani ipogeici una pietra probabilmente portata dall’esterno, anche se non necessariamente nell’ultimo periodo. È la scena che da qualche giorno si presenta alla vista di chi va a visitare il complesso storico-religioso della chiesetta di Balai vicino.

L’anta in questione è parte del cancello che chiude gli ipogei esterni, un cancello ormai arrugginito, già in passato oggetto di atti vandalici e perciò ripristinato più volte. Non si può escludere che ad abbatterlo sia stato il forte vento dei giorni scorsi, ma è sicuramente più probabile che a fare cadere la parte di cancellata siano stati gli effetti di un raid vandalico: chi frequenta abitualmente la chiesetta sostiene infatti che spesso la zona sia oggetto di atti vandalici e che più volte l’area sia stata anche utilizzata come servizi igienici.

Ieri mattina c’è stato un sopralluogo dei tecnici della sede operativa di Porto Torres e di alcuni restauratori del Centro di Restauro di Punti della Soprintendenza archeologica e stamane è previsto un intervento di ripristino attraverso gli operatori della Ales. La caduta dell’anta in ogni caso riporta in evidenza la trascuratezza di cui è vittima un simbolo di Porto Torres: all’esterno non mancano immondizie varie e cespugli ormai ben robusti, la croce che sormonta la chiesetta è pericolante e non nuocerebbe certo alla stessa una imbiancatura che ne migliorerebbe l’estetica coprendo magari definitivamente una brutta scritta di qualche tempo

fa.

Il complesso dovrebbe essere tra quelli “osservati” dalle telecamere e costantemente oggetto di attenzioni per il pericolo di erosione cui la costa turritana è soggetta. Invece tutta l’area presenta una evidente carenza di attenzione e di tutela. (Emanuele Fancellu)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community