porto torres 

Riparato il cancelletto dell’ipogeo di Balai Vicino

PORTO TORRES. Gli operai del Comune hanno messo provvisoriamente a posto la cancellata dell'ipogeo della chiesetta di Balai vicino abbattuta nei giorni scorsi da una probabile incursione vandalica,...

PORTO TORRES. Gli operai del Comune hanno messo provvisoriamente a posto la cancellata dell'ipogeo della chiesetta di Balai vicino abbattuta nei giorni scorsi da una probabile incursione vandalica, con due spranghe assicurate con il fil di ferro. Il parroco di San Gavino, don Mario Tanca, ha denunciato subito l’atto vandalico ai carabinieri e nel frattempo ha comunicato la notizia all’arcivescovo di Sassari monsignor GianFranco Saba e all’ufficio dei Beni culturali. La tomba ipogea è di età romana, e i tecnici della Soprintendenza archeologica vogliono ora capire chi è l’effettivo proprietario dell’area dove è stato costruito tutto il complesso storico-religioso di San Gavino a mare. Nel frattempo sarebbe comunque opportuno dotare la zona di un impianto di videosorveglianza, considerando che l’ingresso dalla parte superiore è libero per chiunque, che potrebbe fungere da deterrente per chi prende di mira i beni pubblici. La chiesetta è infatti uno dei simboli della città e dell’intera diocesi, che diventa meta di numerosissime persone che durante il periodo della Festha Manna vanno a visitare i simulacri dei Protomartiri turritani Gavino, Proto e Gianuario. La bellezza della sua costruzione a picco sul mare, invece, ha creato non pochi problemi di stabilità a causa delle forza delle onde e delle piogge che durante il periodo invernale si infrangono impietosamente sulle rocce dove sorge proprio la chiesetta. Il moto ondoso ha causato vistose infiltrazioni dalle pareti e dalla volta dell’ipogeo. Criticità segnalate a più riprese dal parroco di San Gavino alle istituzioni pubbliche e a quelle ecclesiastiche,
soprattutto dopo l’ultimo sopralluogo che ha evidenziato anche lo stato precario della pavimentazione. E il grande rammarico di chi vuole preservare il luogo caro a tutti, è che da almeno dieci anni non ci sono stati finanziamenti per salvaguardare un patrimonio storico. (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community