Lavori di Abbanoa, disagi in città

Prove idrauliche a Punta Idda. Ozieri tra i primi trenta comuni sardi coinvolti nel piano innovativo

OZIERI. Nuovo intervento di Abbanoa oggi a Ozieri dove dalle 8 alle 13 saranno eseguite delle prove idrauliche sul serbatoio del boschetto di Punta Idda. Lavori che potranno provocare temporanee interruzioni dell’erogazione nella zona alta e intermedia del centro abitato. Gli interventi rientrano nel piano di ingegnerizzazione della rete idrica che il gestore sta portando avanti tramite imprese altamente specializzate e Ozieri è tra i primi trenta comuni interessati dal progetto. Si tratta in primo luogo di effettuare verifiche sulla rete ammalorata con l’installazione di misuratori portatili per l’esecuzione di prove idrauliche diurne e notturne e con ispezioni mirate. Ed è proprio questo l’intervento che sarà effettuato oggi al boschetto. «La fase di monitoraggio – spiegano da Abbanoa – è il primo dei tre step previsti nel processo ideato per abbattere drasticamente le perdite idriche. Dove è stato già sperimentato (si tratta del cosiddetto “Progetto Oliena”, ndr.) ha portato risultati eccezionali tanto da essere citato dalla stampa internazionale ed entrare tra i migliori progetti italiani raccolti in “Utili all’Italia”, la banca dati che contiene i risultati delle migliori pratiche nei servizi pubblici realizzato da Utilitalia (la federazione che riunisce 500 imprese italiane dei servizi idrici, energetici e ambientali)». Alla fase di monitoraggio seguirà quella di diagnosi, ovvero la definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento della rete, sulla quale è possibile programmare successivi interventi «sempre più evoluti e dettagliati con differenti combinazioni possibili (installazione di valvole regolatrici, revisione dei diametri, sostituzione delle condotte, etc.)». L’obiettivo è il miglioramento stabile del servizio dal punto di vista idraulico, energetico e gestionale, e il mezzo individuato per raggiungerlo è l’efficientamento delle infrastrutture.

La strategia di Abbanoa prevede «un cambiamento radicale del tradizionale, e il più delle volte inefficace, paradigma di intervento sulle reti» e per questo si stanno concentrando gli sforzi sulla prevenzione delle rotture e sul «rendere intelligenti» le reti esistenti agendo sulle cause che generano le dispersioni: soprattutto gli sbalzi di pressione e la presenza di aria nelle condotte. A questo scopo, fanno sapere da Abbanoa, «si stanno installando particolari apparecchiature all’avanguardia in grado di monitorare costantemente le portate e le pressioni nelle reti tramite una gestione informatizzata di tutto il sistema idrico cittadino». Questo intervento va di pari passo con altri lavori che stanno interessando Ozieri e che prevedono la progressiva realizzazione di circa due chilometri di nuove reti che andranno a sostituire quelle vecchie in
materiale plastico. Questi lavori riguardano nel centro storico viale Europa, le vie Rossini e Monte Acuto; in località Tramentu la via e il vicolo Martiri delle Foibe, via Fratelli Tara-Virdis e via Meridda; a San Nicola largo Giovanni Polo e vicolo Giovanni Polo nella zona artigianale.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller