Tula, si replica la pièce teatrale sulle adozioni

TULA. Terza replica dopo Ozieri e Bono per lo spettacolo “A casa” pièce teatrale creata per sensibilizzare i cittadini ai temi dell’affidamento familiare e dell’adozione frutto di un laboratorio...

TULA. Terza replica dopo Ozieri e Bono per lo spettacolo “A casa” pièce teatrale creata per sensibilizzare i cittadini ai temi dell’affidamento familiare e dell’adozione frutto di un laboratorio teatrale promosso dai servizi Affidamento familiare e Adozione e App, Giovani del centro per la famiglia Lares del Plus del distretto sanitario di Ozieri, gestito dal Consorzio Network Etico. Lo spettacolo andrà in scena la settimana prossima, sabato 16 marzo, a Tula, alle 18 nei locali della ludoteca comunale in via San Giuseppe grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale. A dirigerlo sarà la regista Federica Seddaiu, che già in altre occasioni ha collaborato con il Lares, mentre gli interpreti saranno i ragazzi di Associazione Cultura e Teatro di Bono e del Goceano, InOghe Cultura e Spettacolo Ozieri e Nuovo Teatro di Tula che hanno partecipato al laboratorio del Lares formandosi, grazie ai suoi operatori, su questo tema. Un impegno che le associazioni hanno affrontato con impegno ed entusiasmo, e il risultato si è visto nel successo ottenuto da “A casa” nelle sue due precedenti rappresentazioni. «A casa non è solo uno spettacolo
teatrale che parla di affido col solo scopo di sensibilizzare su questa importante tematica – spiegano dal Lares –, ma è una vera e propria sperimentazione stilistica che mira al coinvolgimento emotivo attraverso la creazione di un suggestivo contesto intimo e familiare». (b.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller