Il camposanto di Thiesi diventa area di pascolo

Nei giorni scorsi un gregge è entrato nel cimitero facendo razzia anche dei fiori. Gli animali hanno approfittato di un varco nel muro di cinta, crollato di recente  

THIESI. Un gregge di pecore al pascolo invade il cimitero di Thiesi. È successo nei giorni scorsi nel camposanto che si trova a qualche chilometro dal centro abitato, in prossimità del campo sportivo, dove un piccolo gregge di pecore incustodite, di proprietà di un pastore thiesino, durante il pascolo nella campagna adiacente al cimitero, ha approfittato di un varco apertosi ed è entrato indisturbato facendo razzia anche di fiori.

Un problema, certamente non nuovo quello delle incursioni di animali dentro il cimitero di Thiesi. Alcuni mesi prima dell'ingresso del gregge era stata denunciata la presenza di grossi cani randagi che si aggiravano seminando il timore di possibili aggressioni. Dopo i cani, ad essere ospiti tanto inattesi quanto indesiderati sono ora le pecore.

Un ulteriore danno in una situazione già abbastanza critica. Il muro di cinta del cimitero del piccolo paese aveva subito un importante crollo a causa delle copiose piogge. La furia dell’acqua aveva determinato il trascinamento dei blocchetti del muro dall’ingresso della nuova area a quella di ingresso del cimitero storico trascinando la scala di servizio sistemata proprio lì vicino.

Dopo essere stati avvisati dell’accaduto gli amministratori avevano fatto fronte all’emergenza crollo con la sistemazione di alcune transenne Senza dubbio l’operazione ha messo in sicurezza la zona dal verificarsi di ulteriori incidenti, ma non è stata sufficiente ad impedire l'ingresso delle pecore.

Con abilità gli animali sono riusciti ad entrare nel luogo sacro, cibandosi non solo dell’erba delle aiuole ma anche dei fiori recisi deposti sulle tombe. A trovare il gregge, con tanto di cani da pastore al seguito, sono state alcune donne che si erano recate nel camposanto per portare un omaggio floreale ai propri cari e tra lo stupore e la rabbia hanno sorpreso gli ignari animali a pascolare.

La situazione, divenuta di pubblico dominio, ha da subito acceso polemiche e discussioni sui social che non hanno risparmiato il proprietario del gregge invitato a provvedere all’allontanamento degli animali dal luogo pubblico.

Il pastore si sarebbe difeso e giustificato denunciando la responsabilità
dell’amministrazione nella manutenzione del muro.

Così le povere protagoniste, del tutto ignare della maldestra intrusione in un luogo sacro, se non verrà al più presto chiuso il passaggio, continueranno a fare il loro ingresso nel cimitero facendo razzia dei fiori.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller