la denuncia 

Campus (Fsi): «Alla Seriana ausiliari con turni massacranti»

SASSARI. «Tra non molto non saranno più sufficienti le piazze di Sassari per contenere le proteste dei lavoratori delle cooperative che operano all'interno dell’Aou e dell’Ats». Così la segretaria...

SASSARI. «Tra non molto non saranno più sufficienti le piazze di Sassari per contenere le proteste dei lavoratori delle cooperative che operano all'interno dell’Aou e dell’Ats». Così la segretaria territoriale Fsi-Usae, Mariangela Campus, che attacca sul cambio di appalto relativo al personale ausiliario dell’ospedale Santissima Annunziata, tra l’uscente Elleuno e Seriana. «Cambio – attacca Campus – che ha creato problemi enormi tra il personale, specialmente tra coloro che vi operano da più di 10 anni».

«Ventisette operatori considerati “esubero” – spiega Campus – in Seriana, con un contratto decurtato del 20% delle ore mensili passando da 120 a 96 (praticamente con una decurtazione di stipendio, 300euro circa), hanno visto assumere 40 operatori addetti anch’essi alle sostituzioni. Quindici di questi ventisette hanno preso la decisione più difficile: continuare ad operare al Santissima Annunziata pur di portare lo stipendio a casa e poter sfamare le famiglie. Come “premio” si trovano a operare in turni massacranti per coprire i servizi più impegnativi che gli altri colleghi non intendono coprire. É chiaro che c’è qualcosa che non torna in questa storia: sembra di trovarsi davanti ad un’azione volta a far “sfiancare” i 15 dipendenti per poi indurli a dimettersi visto che, se sono fortunati, possono fare appena un solo riposo al mese e inoltre si ritrovano da un anno a questa
parte senza il Tfr. Si è parlato tanto della situazione dei lavoratori della security, e delle mense ospedaliere e del fatto che la Seriana, non ha licenziato alcun dipendente. Purtroppo nessuno dice che la società appaltante ti mette nelle condizioni di dare le dimissioni spontaneamente»

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community