Alghero 

Laboratorio di legalità col giudice Lupacchini

ALGHERO. «Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo del territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo». Una frase del magistrato Paolo Borsellino illustra l’iniziativa “In...

ALGHERO. «Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo del territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo». Una frase del magistrato Paolo Borsellino illustra l’iniziativa “In pessimo stato” varata dalle terze classi delle medie dell’Istituto Comprensivo n. 3 di Alghero che venerdì 22 marzo presenta il primo “Laboratorio legalità”.

Un progetto al quale gli studenti dell’istituto diretto da Paola Masala hanno lavorato sotto la guida delle insegnanti Vanna Dettori e Maria Cristina Pensè che introdurranno i lavori insieme con Francesco Zavattolo, segretario della Ficiesse (Associazione finanzieri cittadini e solidarietà) che patrocina l’iniziativa per poi passare la parola ai relatori: il procuratore generale di Catanzaro, Otello Lupacchini, protagonista di grandi inchieste tra le quali quelle sulla Banda della Magliana, l’omicidio del banchiere Roberto Calvi del professor Massimo D’Antona, e della strage di Bologna; l’avvocato Ivano Iai e il
segretario regionale della Cgil Michele Carrus. A moderare i lavori sarà la giornalista della Nuova Sardegna Daniela Scano.

Il laboratorio si aprirà alla 11,30 nell’auditorium della scuola media Satta in via Biasi. Oltre agli studenti parteciperanno numerosi ospiti e autorità.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community