Sassari, mense Ats: salvi tutti i lavoratori

Sabato il cambio nelle cucine degli ospedali, entra la Elior che assorbirà i 24 dipendenti Sodexo-Sesel

SASSARI. Fumata bianca nella complessa trattativa per il “cambio” in cucina deciso dall’Ats negli ospedali di Alghero, Ozieri, Thiesi, Ittiri e nelle comunità protette “Le ginestre”, “L’approdo”, “Gli ulivi” e “I mandorli”. Dopo una serie di rinvii, concessi da Ats per agevolare un accordo sul passaggio dei dipendenti tra l’entrante Elior e l’uscente Sodexo-Sesel, il costante pressing dei sindacati e dei 24 lavoratori (in presidio permanente in piazza Fiume da settimane) e un ultima serie di incontri, è infatti arrivato il sospirato accordo: tutti i lavoratori verranno assunti dalla Cocktail service, che è in Ati con Elior come capofila e che farà pertanto da garante, alle medesime condizioni ed orario di lavoro. E da sabato il nuovo corso del servizio cucina potrà partire.

«Grazie alla mediazione condotta dall’Ats Sardegna – spiega l’azienda in una nota – alla disponibilità delle ditte subentranti e alla collaborazione delle organizzazioni sindacali, sono stati salvaguardati tutti i posti di lavoro connessi al cambio di appalto nel servizio di ristorazione degli ospedali della Assl Sassari. La mediazione raggiunta ha consentito inoltre di scongiurare una eventuale riduzione degli orari di lavoro. Il nuovo appaltatore effettuerà il servizio di ristorazione nelle more della gara regionale, la cui gestione è affidata alla Centrale Regionale di Committenza, e nel rispetto della normativa nazionale ed europea sugli appalti pubblici».

Una presa di posizione ufficiale, che suggella il via libera arrivato dopo l’incontro di martedì a Cagliari tra Ats ed Elior, con l’azienda che è andata decisamente oltre il suo ruolo di stazione appaltante, riuscendo infine a ricucire lo strappo consumatosi tra la ditta cagliaritana e i sindacati della categoria dei Trasporti di Cgil, Cisl e Uil, che rischiava di lasciare a casa una decina di lavoratori.

«Nella vertenza – conferma Arnaldo Boeddu, segretario regionale della Filt-Cgil – è stato molto importante il ruolo svolto dal direttore amministrativo della Ats Lorusso, che ha dato un contributo fattivo anche in qualità di facilitatore del tavolo. Resta il fatto che siamo stati obbligati a montare un gazebo e presenziare Piazza Fiume per quasi due mesi. Delle volte, è sufficiente credere ai diritti che si hanno e che vengono e sono riconosciuti dalla legge e dal contratto nazionale per farseli e vederseli riconoscere».

A vederseli riconosciuti 16 addetti alla preparazione pasti della Sodexo, e 8 addetti al trasporto della Sesel che stamattina si presenteranno a Cagliari alla visita medica in maniera da poter entrare in servizio già sabato mattina, giorno ufficiale
del cambio di gestione del servizio di preparazione e somministrazione pasti.

ubito dopo aver svolto il primo giorno di servizio per la nuova azienda, i lavoratori insieme ai sindacati si incontreranno in Piazza Fiume per smontare il gazebo e rimuovere tutti gli striscioni.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community