Bultei, sette milioni di investimenti su cultura e sicurezza

Numeri da record per il piccolissimo centro del Goceano Molti i progetti per limitare le frane e i rischi idrogeologici  

BULTEI. Un bilancio di previsione di oltre 6 milioni e 900 mila euro per il Comune di Bultei, che per il prossimo triennio ha messo in cantiere numerosi progetti, alcuni dei quali sono già stati avviati. Niente male per un comune di appena 945 abitanti (dato aggiornato al 31 dicembre 2018) che come tutti quelli del suo territorio, e in generale delle zone interne, deve fare i conti con la crisi economica e lo spopolamento.

Una parte di questi investimenti, certo, proviene da Piano di Sviluppo Locale, ma si tratta di “appena” 430 mila euro: il grosso delle spese sarà coperto grazie a progetti che sono stati ritenuti meritevoli di altri finanziamenti ma anche da propri fondi di bilancio.

Un bilancio che, stando alle verifiche del revisore contabile, anche quest’anno ha salvaguardato gli equilibri e non presenta al momento debiti fuori bilancio o probabili passività da finanziare, e che ha rispettato tutti gli altri imperativi di finanza locale previsti dalla norma vigente in materia. Grazie alle sue casse sane, il Comune di Bultei riuscirà a tenere invariata la pressione fiscale (Imu, Tari, Tasi e altre imposte comunali) e, come detto, riuscirà a investire fondi propri.

Gli interventi più significativi riguarderanno la messa in sicurezza dell’asse viario coperto dal tombato (di cui è in corso la gara di progettazione); il rifacimento della viabilità dalla piazza del municipio alla fine della via San Sebastiano, con eventuali manutenzioni sulle reti di servizio e la sostituzione integrale del guard rail con una ringhiera sino a via Luzzati; la messa in sicurezza del muro di sostegno della via Manzoni, in corso di appalto, e altri interventi di tutela contro il rischio franoso, già appaltati; vari interventi di decoro urbano (già appaltata la piazzetta De Andrè, in fase di fine lavori la messa in sicurezza dell’area del Monumento ai Caduti); rimessa in sesto della strada lungo Sa ‘e Andria Picchìu e restyling della parte vecchia del cimitero, lavori già assegnati.

Un intervento importante riguarderà la rete idrica, che qui è comunale, che sarà rifatta per significativi tratti, e si proseguirà infine con il lavoro di recupero della vecchia viabilità rurale, mirato all’incremento del patrimonio arboreo e alla sua difesa contro il rischio incendio.

I fondi del Psl, infine, serviranno per il restauro delle chiese di San Pietro e San Saturnino, dove è previsto anche un intervento sulla vicina zona termale, ma anche per opere di valorizzazione delle aree di svago e sportive, dove oltre ai fondi regionali ci sarà anche una compartecipazione del Comuni con risorse proprie. «Quasi in controtendenza con il gravissimo stato e la stasi dell’economia locale, regionale e statale - dice il sindaco Francesco Fois - grazie a questi interventi Bultei sarà completamente migliorata alla radice sia sotto il profilo della sicurezza verso il rischio idrogeologico e franoso quanto su quello del decoro urbano e paesaggistico, senza trascurare gli interventi volti a potenziare l’efficienza e l’efficacia dei servizi comunali gestiti direttamente. In particolare - aggiunge - riusciremo a consolidare la quasi conseguita autonomia idro-potabile e proseguiremo l’attività legata al contenimento della bolletta energetica e degli altri costi fissi e variabili
in generale».

«Penso - conclude - che l’amministrazione che ho l’onore di presiedere possa essere ben orgogliosa di quanto ha messo in cantiere e ancora più fiera dell’impulso che questo disegno progettuale darà a tutta l’economia locale, del territorio e isolana in generale».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller