la denuncia 

Rastrelliere per le bici in piazza Umberto scomparse da un anno

PORTO TORRES. Molto spesso, le “assenze” fanno più rumore della presenza. È il caso delle rastrelliere per le biciclette in piazza Umberto, scomparse da ormai più di un anno. È particolarmente...

PORTO TORRES. Molto spesso, le “assenze” fanno più rumore della presenza. È il caso delle rastrelliere per le biciclette in piazza Umberto, scomparse da ormai più di un anno.

È particolarmente curioso che uno strumento così semplice e funzionale sia stato rimosso senza essere sostituito o riposizionato in una città che spesso, almeno a parole, dice di voler agevolare la mobilità sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Da alcuni anni a Porto Torres gli amanti dell’uscita in bici non soltanto per finalità sportive sono infatti in aumento e tanti sono coloro i quali usano le due ruote quale abituale mezzo per spostarsi in città.

Così, nel 2011, ascoltando e recependo la richiesta di alcuni cittadini-bikers, l’allora assessore al Decoro Urbano Davide Tellini perorò la causa del posizionamento di rastrelliere in varie zone di Porto Torres. La pista ciclabile e il suggestivo lungomare da percorrere su due ruote incentiva ancora di più la passione per il pedale.

Ne vennero piazzate alcune in Piazza Umberto - proprio quelle oggi assenti: una a fianco alla scalinata d’ingresso al Palazzo Comunale, una nei pressi dell’ingresso dell’Ufficio Tecnico, a fianco ad un’aiuola -, una in Piazza Garibaldi, altre sul Lungomare. Un piccolo
gesto che agevolò moltissimo i ciclisti turritani e quelli di passaggio in città nel parcheggiare il proprio mezzo senza doverlo legare a pali della luce o appoggiarlo a qualche muro.

Con un lievissimo sacrificio economico si potrebbe compiere un grande gesto. (e.f.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community