«Servizi sempre garantiti nonostante gli organici»

Polizia locale, presentato il report del 2018: grande attenzione per l’ambiente La comandante Onida: «Nei miei confronti accuse gravi e ingiustificate»

PORTO TORRES. «Il regolamento per l’installazione dei chioschi nei parchi cittadini è già pronto da una settimana e può essere inserito nel prossimo consiglio comunale: è evidente che il lavoro e gli sforzi fatti dalla polizia locale non sono stati colti da chi di dovere. Non mi aspetto sicuramente ringraziamenti per quello che è il mio lavoro, ma neanche accuse ingiustificate e gratuite, oltre che prive di ogni fondamento».

Il comandante della polizia locale, Katia Onida, ha risposto così ieri mattina alle accuse lanciate dai banchi della maggioranza dalla consigliera Loredana De Marco. Dichiarazioni rilasciate durante la presentazione dei dati del report 2018 sulle attività della polizia locale - nella sala del centro operativo comunale della Protezione civile - a cui hanno partecipato anche il sindaco Sean Wheeler e l’assessora all’Ambiente Cristina Biancu. Prima dell’elenco dei “numeri” del lavoro svolto, comunque, è stato il primo cittadino a mettere in evidenza un problema di organico all’interno del corpo dei vigili urbani.

«Diverse unità lavorative della polizia locale sono andate in pensione in questi anni – ha detto Wheeler – e sono invece aumentate sia le attività amministrative sia i controlli da parte del comando: come amministrazione ci stiamo adoperando, con le risorse a disposizione, a dotare l’organico della polizia locale di nuove figure».

Per quanto riguarda l’attività svolta dai vigili durante tutto il 2018, invece, da evidenziare le oltre quattromila violazioni al codice della strada e i 155 interventi tra sopralluoghi, controlli e verbali del nucleo Ambiente. Le sanzioni per violazioni al Codice della strada sono state precisamente 4296: 1455 per eccesso di velocità riscontrata con autovelox, 1269 sulla ex 131 e 186 su via dell’Industria, 898 per sosta su incroci, stalli disabili e marciapiede. Sono stati decurtati 5693 punti della patente e gli importi accertati dalle sanzioni sono 624mila euro, in aumento rispetto agli anni 2017 e 2016.

Per quanto riguarda le strade che hanno registrato il maggior numero di incidenti, invece, ci sono la lunga arteria stradale di viale delle Vigne (17), via Sassari (15) e via Libero Grassi (10).

«Vorrei dire ai cittadini che mettere sanzioni non è una pratica entusiasmante – aggiunge il sindaco – e per questo invito tutti a guidare con prudenza e a conferire correttamente i rifiuti e in generale a rispettare le regole della raccolta differenziata».

Il comando ha operato con sole 17 unità, garantendo tutti i servizi essenziali e dando risposte ad altre richieste dell'amministrazione, quali i controlli sul contributo di sbarco nell’isola dell’Asinara e i sopralluoghi ambientali. Nel periodo estivo, inoltre, particolare attenzione è stata dedicata alle isole ecologiche per i commercianti, poi rimosse, con servizi in borghese anche in orari notturni.

«Sono soddisfatta dei risultati raggiunti – ha concluso la comandante Onida –, ringraziando il Comando
per la motivazione e la partecipazione a tutte le attività poste in essere, fra i quali voglio in particolare ricordare la realizzazione del progetto per la videosorveglianza finanziato dalla Regione: quindici giorni fa è stato infatti collaudato l'impianto che comprende 36 telecamere».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller