A Giave multe e tasse si pagano con il baratto

Chi ha problemi economici potrà tinteggiare, pulire i parchi o le vie del paese. La sindaca Uras: in un momento di crisi è un aiuto per i cittadini e per il Comune

GIAVE. Il consiglio comunale nei giorni scorsi ha approvato un ordine del giorno che, con il “baratto amministrativo”, getta le basi per l’applicazione in paese del provvedimento previsto dal decreto “Sblocca Italia” del 2014. Si tratta di una decisione molto apprezzata dalla popolazione che, a causa del momento di grave crisi che attraversa la società e crea condizioni di forte difficoltà per l’economia delle famiglie, in cambio dell’esenzione o riduzione del pagamento delle tasse comunali potrà offrire il proprio contributo in termine d’impegno lavorativo a favore del comune.

Per ottenere la possibilità di sostituire (barattare) l’importo delle tasse previste per il 2019 i richiedenti, che non potranno essere ancora una figura attiva del Reis, dovranno presentare regolare richiesta all’ufficio tributi per ottenere anche la posizione Inail infortuni e Inps/Assicurazione e compilare una scheda nella quale dovranno indicare le mansioni che intendono svolgere a favore dell’amministrazione comunale in cambio della prevista agevolazione, fra le quali, per esempio, si potrà proporre la realizzazione di lavori di tinteggiatura, pulizia dei parchi, pulizia all’interno del paese.

Il Comune di Giave è tra i primi in provincia di Sassari a offrire ai propri cittadini in condizioni economiche difficili la possibilità di ottenere una riduzione, o l’esonero, dal pagamento delle tasse, in cambio di una corrispondente prestazione lavorativa al servizio della collettività.

Un processo che viene definito “baratto”, un termine di concezione po’ datata. In caso di un numero di richieste oltre il previsto è stato deciso che il corrispondente capitolo di bilancio potrà essere aumentato. «È una decisione che va a toccare aspetti importantissimi della vita quotidiana delle persone e delle famiglie – ha osservato la sindaca Mariantonietta Uras – in un momento di forte crisi sociale ed economica come quella che sta attraversando il paese di Giave. Siamo di fronte a un’emergenza sociale che anche iniziative come questa possono contribuire ad alleviare, gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, strade, piazze, ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con
finalità di interesse generale di aree e beni immobili inutilizzati e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extra urbano. L’esenzione è concessa comunque per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dal Comune».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community