Wheeler: «Lanzalone? Io prendo le distanze»

Il dibattito in consiglio sul reddito energetico e le consulenze. Piras: «Gli atti vadano alla Procura»

PORTO TORRES. «Il progetto sul fondo rotativo fotovoltaico è nato dall’intuizione di due persone che si sono parlate – io e il deputato Riccardo Fraccaro (ora ministro per i Rapporti con il Parlamento, ndc) e questa idea ci è poi piaciuta: i componenti dello studio legale erano competenti di diritto amministrativo e ci hanno dato tutti gli strumenti e le nozioni per poter redigere il regolamento e tutti gli atti che servissero per concretizzare questo progetto».

Il sindaco Sean Wheeler ha risposto così ieri mattina all’interpellanza presentata da sette consiglieri di minoranza, che chiedevano chiarimenti riguardo alla prestazione professionale dello studio dell’avvocato Luca Lanzalone (il legale che si trova ai domiciliari per presunte corruzioni e tangenti) per l’espletamento della manifestazione d’interesse sul fondo rotativo del Comune di Porto Torres.

«Non sono qui a difendere una persona indagata – ha aggiunto Wheeler – e non ho nessun problema a prendere le distanze da comportamenti illeciti: posso invece affermare con certezza che il progetto sul fondo rotativo ha suscitato grande interesse sia in Italia che in Europa». Prima della precisazione del primo cittadino, comunque, si è acceso il dibattito con gli interventi di alcuni consiglieri della maggioranza e dei gruppi di opposizione. «Il sindaco oggi nega di aver avuto scambi con lo studio Lanzalone – ha sottolineato Claudio Piras –, se non per accorgimenti ad alcuni articoli del regolamento, ma non è ciò che emerge dalle mail che ho avuto con l’accesso agli atti: è palese che l’apporto dello studio Lanzalone fosse fondamentale per la stesura del regolamento, proponendone uno di sana pianta, e per preparare lo schema di convenzione con il Gse, creando così un documento unico da poter mettere nel proprio curriculum e magari un domani utilizzarlo per avere punteggio in una manifestazione di interesse
o in una gara d’appalto». La minoranza, ha concluso Piras, ha chiesto al segretario che tutti gli atti in possesso dell’amministrazione «vadano alla Procura che si occupa del caso Lanzalone, proprio a tutela della trasparenza e del buon nome del comune di Porto Torres». (g.m.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community